La Reggia di Caserta teatro del nuovo film di Spielberg

Hollywood torna alla Reggia di Caserta per il nuovo film di Steven Spielberg

Steven Spielberg ha scelto al meravigliosa  Reggia di Caserta, invece di Bologna, per ricreare le atmosfere dei palazzi vaticani del suo nuovo film The Kidnapping of Edgardo Mortara. 
Le riprese inizieranno entro il mese di maggio e il film racconta la storia del rapimento di un bambino ebreo da parte di papa Pio IX. Per ricreare gli interni del Vaticano il regista ha appunto scelto il meraviglioso palazzo vanvitelliano.

Voluta dal re di Napoli, Carlo di Borbone, e costruita su progetto di Luigi Vanvitelli, a partire dal 1752, oggi la Reggia di Caserta – dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997 –  è tornata a brillare dell’antico splendore dopo il restauro durato due anni e mezzo e da poco concluso.

La Reggia è stata nel passato uno dei luoghi più ambiti di per il cinema di Holliwood e nostrano:

  • George Lucas nel 1997 e nel 2000  ha girato qui il primo e secondo episodio di “Guerre Stellari”: “Episode I — La minaccia fantasma” e “L’attacco dei cloni”
  • nel 2006 qui sono state ambientate le scene di un ideale Vaticano per “Mission Impossible III” con Tom Cruise
  • Nel 2008 Ron Howard vi girò molte scene di “Angeli e Demoni”, dal bestseller di Dan Brown
  • Vaticano ambientato qui anche per le fiction Rai “Giovanni Paolo II” e “Luisa Sanfelice”
  • nel 1942 con “I tre aquilotti” è stato teatro del film d’esordio di Alberto Sordi
  • e infine il “Pap’occhio” di Arbore

Oltre al palazzo vanvitelliano, il film mostrerà altri luoghi d’Italia: l’Umbria, Viterbo e Tuscania.

di
Pubblica un commento