Questo sito contribuisce all’audience di


Imperia, avvistamento record di delfini nel Ponente ligure

Liguria, avvistamento record di delfini a Imperia: in una sola giornata sono apparsi oltre 70 esemplari di tursiopi nelle acque del Ponente ligure

Il mese di ottobre del 2022 resterà per sempre nella memoria dei ricercatori dell’Associazione Delfini Del Ponente di Imperia. Un mese ricco di giorni emozionanti e di avvistamenti record nel ponente ligure.

Il giorno più significativo è stato certamente quello di lunedì 31 ottobre 2022, quando i biologi marini e i ricercatori si sono trovati in mezzo a un gruppo di oltre 70 esemplari di delfini tursiopi. Un piacevole episodio avvenuto nel corso di una regolare uscita in mare per svolgere le consuete attività di avvistamento e monitoraggio dei tursiopi.

Delfini, avvistamento record nel Ponente ligure

Davide Ascheri ed Elena Fontanesi dell’Associazione Delfini Del Ponente di Imperia, hanno raccontato così la giornata in cui si sono ritrovati di fronte a più di 70 delfini: “Ci trovavamo a circa un miglio di distanza dalla costa di Cervo – si legge sul comunicato di Delfini Del Ponente APS – quando abbiamo avvistato i primi tursiopi saltare fuori dall’acqua. In un attimo ci siamo resi conto che non erano un paio di delfini, erano tantissimi. Ci siamo ritrovati nel gruppo più numeroso che avessimo mai avvistato in queste acque in oltre 4 anni di ricerca”.

Avvistare un numero così elevato di esemplari di delfini tursiopi è un vento davvero raro. “Difficilmente i tursiopi formano gruppi così grandi nel Mar Mediterraneo – ha spiegato il Presidente di Delfini del Ponente Davide Ascheri – mediamente formano gruppi di 12 – 15 esemplari che nuotano insieme, quasi mai così tanti”.

A rendere ancora più emozionante un avvistamento di tale portata, è stata anche la grande presenza di cuccioli all’interno del super gruppo di delfini tursiopi nella giornata di lunedì 31 ottobre 2022. Dall’Associazione fanno sapere di aver contato almeno una ventina di cuccioli, anche se il numero preciso verrà reso noto solo dopo la foto-identificazione.

I ricercatori, di fronte a uno spettacolo così raro, hanno scattato più di 3.000 foto che sono necessarie per identificare i tursiopi, grazie ad alcuni segni unici e permanenti sulla pinna dorsale che consentono di capire se un esemplare era già stato avvistato in precedenza oppure se si tratta di un nuovo arrivato tra le acque del ponente ligure.

Davide Ascheri ha spiegato che i ricercatori sono appena all’inizio della procedura di foto-identificazione. “Ci siamo resi conto già in mare che la maggior parte sono delfini tursiopi che noi vediamo regolarmente, altri invece sono ‘visitatori’ ossia che avvistiamo in modo sporadico e altri sono delle vere e proprie new entry che non avevamo ancora catalogato nella nostra area di studio” ha rivelato Davide Ascheri dell’Associazione Delfini Del Ponente di Imperia che si ringrazia gentilmente per le foto concesse.

Gli altri avvistamenti

Oltre all’avvistamento record di oltre 70 tursiopi, l’Associazione ha portato a casa altri momenti emozionanti come gli avvistamenti di balenottere comuni, capodogli e stenelle striate vicine alla costa della Liguria.

Prima degli oltre 70 delfini comparsi nelle acque al largo del Ponente ligure, in Italia si erano verificati diversi avvistamenti di squali: a luglio le segnalazioni sono arrivate da Salve, in provincia di Lecce, e da Marina di Vasto, località in provincia di Chieti.

Sempre in Liguria, invece, a Genova era stato accidentalmente catturato un esemplare di squalo mako, una specie protetta nel Mar Mediterraneo. L’esemplare, pescato per errore, è stato immediatamente liberato.