I campi estivi che insegnano a conoscere la natura

I campi estivi che si svolgono nelle oasi naturali sono un'esperienza unica e molto istruttiva per i nostri ragazzi: le tante opportunità in Italia

oasi naturali vacanze natura

Quando le scuole finiscono inizia per i genitori il momento difficile della scelta dell’attività o della vacanza da proporre ai propri figli: come fare per tenerli impegnati senza farli annoiare e senza farli stare davanti alla TV per tutto il giorno?

La proposta, che sviluppiamo in questo articolo, è di far passare loro una settimana di vacanza immersi nella natura, in compagnia di operatori che insegneranno loro come rispettare la fauna e la flora italiana, così ricca di biodiversità: insomma una vera e propria vacanza didattica.

Alcuni dei suggerimenti più suggestivi riguardano le oasi naturali della Lipu, la lega italiana protezione uccelli, indicate ai ragazzi che amano vedere le diverse specie di volatili nel loro habitat naturale.

In Piemonte, nella provincia di Cuneo, c’è la riserva naturale Oasi di Crava Morozzo nella quale i ragazzi partecipanti all’attività possono soggiornare e assistere a divertenti corsi di magia. La giornata verrà naturalmente occupata da molteplici attività che insegnano ai ragazzi il rispetto della natura e del mondo animale.

Un’altra proposta simile la troviamo in provincia di Lucca presso il parco naturale del Chiarone, in località Massarosa, dove adulti e ragazzi più grandi potranno vivere immersi nella natura come volontari per aiutare a mantenere pulita e ben gestita la riserva.

L’occasione è ottima per fa comprendere agli adolescenti cosa significhi avere rispetto dell’ambiente naturale e quanta fatica si faccia per rimediare alla maleducazione altrui.

In provincia di Caltanissetta, presso la riserva naturale Biviere di Gela, è possibile vivere emozioni straordinarie, una tra tutte è quella di soggiornare nelle zone umide dell’area dove si fermano gli stormi di uccelli in migrazione.

Per gli appassionati di fotografia il campo estivo è anche un’occasione unica per fare video e foto della riserva vedendo, nell’ultima giornata di soggiorno, esposte le proprie opere.

Anche il Wwf organizza diversi campi naturali per ragazzi e bambini in tutta Italia.

A Castell’Azzara, in provincia di Grosseto, gli amanti dell’equitazione potranno trascorrere nell’agricampeggio Cornacchino una settimana a cavallo come veri cowboy, accudendo e nutrendo gli animali; potranno così imparare come prendersi cura del proprio cavallo grazie a operatori specializzati che insegneranno ai ragazzi i segreti del mondo dell’equitazione.

Un’altra vacanza indimenticabile per gli amanti dei cavalli è in Emilia Romagna presso il parco regionale del Frignano, sul crinale appenninico in provincia di Modena: l’esperienza non si limiterà ai cavalli ma i partecipanti dovranno occuparsi di tutti gli animali del parco. Dovranno quindi dare da mangiare alle galline, raccogliere le loro uova, prendersi cura dei vitellini e dare una mano in tutte le attività che normalmente si devono fare in una riserva.

Un’esperienza imperdibile per i ragazzi che impareranno, con la supervisione di adulti e personale competente, a preparare con la frutta colta dell’ottima marmellata, come produrre il formaggio, lavorando in tutte le fasi della catena, dalla mungitura alla produzione del caglio, fino alla produzione delle forme pronte per essere consumate.

Se invece i vostri figli amano il mare ma non vogliono dedicarsi ad attività lavorative, il WWF ha organizzato per loro sull’isola di Ventotene, in provincia di Latina, una vera e propria avventura da uomini di mare. Durante il soggiorno si potrà fare il bagno nelle splendide acque dell’isola, imparando a rispettarne le coste e i fondali.

Inoltre nella vacanza i ragazzi verranno portati a osservare da vicino tantissime specie di pesci, a conoscerli e a imparare dove vivono e soprattutto quali sono i loro segreti.

Infine in Basilicata, nella riserva naturale Bosco Pantano vicino a Policoro, in provincia di Matera, è possibile soggiornare e visitare i cetacei, controllandone gli spostamenti, registrandone i suoni e filmando le loro evoluzioni per poi farle vedere ad amici e parenti.

Un vero e proprio lavoro da biologo marino, con divertenti momenti di svago organizzati dai volontari, fantastiche escursioni nei boschi e nuotate nel limpido mare all’interno dell’oasi naturale. Avventure che i ragazzi porteranno per sempre nei ricordi più belli.

Pubblica un commento