Herculea, la storica via dei sapori della Basilicata

In Basilicata c'è un'antica via dei sapori che ha permesso di far conoscere fuori dai confini regionali alcune gustose prelibatezze: è la via Herculea

Salsiccia Lucanica

Via Herculea o Erculea oppure ancora Herculia: tre nomi diversi per identificare la stessa antica strada romana, che collegava il Sannio con la Lucania e che ha reso così possibile fin dal passato dirigere le produzioni agroalimentari della Basilicata verso i mercati italici e i porti mediterranei.

Per questo motivo, la via Herculea (o Erculea o Herculia) è anche chiamata la via dei sapori della Basilicata ed è celebre ancora oggi, come testimonia il fatto che ad essa è stata dedicata una puntata del tv show “4 Ristoranti” con Alessandro Borghese.

Via Herculea, la via dei sapori della Basilicata: cenni storici

La Via Herculea è un’antica strada romana realizzata per volontà di Diocleziano alla fine del III secolo. Il suo nome è legato a Massimiano Erculio, che ne ha curato il completamento. Si ritiene che la via non è stata costruita completamente ex novo: diversi tratti di essa, infatti, come per esempio il tratto iniziale fino al vicus di Aequum Tuticum, erano già preesistenti.

Si distingue in tre diversi tratti: il tratto settentrionale, il tratto centrale e il tratto meridionale. Del primo e del terzo permangono ancora al giorno d’oggi diverse incertezze, mentre il tratto intermedio è meglio noto: dal Sannio irpino (più precisamente dal già citato vicus di Aequum Tuticum) giungeva fino a Grumentum, in Lucania.

All’altezza di Aequum Tuticum, nella valle del Miscano, la via Herculea intersecava la via Traiana e, poi, varcava la sella di Ariano, attraversava l’alta valle del Cervaro e procedeva in direzione sud-est verso la Lucania, dove toccava i centri di Venusia (l’odierna Venosa), dove intersecava la via Appia, di Potentia (Potenza) e di Grumentum (antica città romana, di cui oggi restano gli scavi del parco archeologico, situato ai piedi del colle su cui si trova il paese di Grumento Nova).

In virtù del diretto collegamento con le vie consolari Appia e Traiana, la via Herculea è ritenuta la strada di maggiore importanza che percorreva la Lucania ai tempi degli Antichi Romani.

Via Herculea

Lungo la via dei sapori della Basilicata: le eccellenze lucane

Particolare importanza deriva dal fatto che lungo questo itinerario commerciale e gastronomico erano soliti transitare alcuni gustosi ingredienti ancora oggi tipici della Basilicata, che giungevano in questo modo fino alle tavole degli imperatori romani. Tra queste specialità spiccano il maialino nero lucano, la salsiccia lucanica (nella foto in apertura di articolo la Salsiccia Lucanica di Picierno), il fagiolo di Pignola, il caciocavallo podolico e l’olio del Vulture.