Questo sito contribuisce all’audience di


Galleria Vittorio Emanuele II vandalizzata da writers a Milano

Galleria Vittorio Emanuele II a Milano è stata presa di mira da dei vandali che hanno realizzato scritte e graffiti con delle bombolette spray

Un altro atto vandalico è stato realizzato a Milano per opera di un gruppo di persone che si sono arrampicate sull’arco d’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele II. In tre si sono arrampicati sino alla cima dove hanno compiuto scritte con delle bombolette spray. Il fatto è avvenuto in tarda serata sotto gli occhi di alcuni passanti che hanno filmato la scena.

Galleria Vittorio Emanuele II presa di mira dai vandali

Nella serata di lunedì 7 agosto delle persone con il volto coperto e con abiti neri si sono arrampicate in cima all’arco di ingresso della Galleria Vittorio Emanuele e hanno imbrattato parte del frontone con delle bombolette. Il fatto è avvenuto in tarda serata poco prima delle 22:30 e a questo atto vandalico hanno assistito anche dei passanti, abitanti e turisti. Alcune persone hanno anche cercato di fermare i vandali, urlando, fischiando e mostrando disapprovazione verso il gesto. In molti hanno anche filmato l’atto con lo smartphone e i video sono poi stati caricati online sui social dove molti utenti hanno espresso il loro dissenso su quanto accaduto. Galleria Vittorio Emanuele II, infatti, si trova vicino al Duomo ed è uno dei simboli di Milano. Luogo iconico della città, qui sono presenti numerose boutique ma anche caffè e ristoranti storici e famosi come il locale dello chef Carlo Cracco.

Verifica dei danni all’arco

I vandali che hanno eseguito l’atto criminale a Milano erano tre persone che si spera verranno in qualche modo identificate anche se agivano incappucciate. Sul posto sono giunti poco dopo il fatto la Polizia e i Vigili del Fuoco che sono arrivati in Piazza Duomo con un’autoscala e sono saliti per le verifiche del caso, anche se già ad occhio nudo dal basso si potevano vedere i segni. I controlli sono poi continuati anche nella mattina di martedì 8 agosto con altri sopralluoghi con i quali si è cercato di capire come hanno fatto questi writer ad accedere alla zona.
Come già accennato le scritte realizzate dai vandali sono purtroppo ben visibili anche dal basso. In particolare, la parte danneggiata è la cima dell’ingresso affacciato su Piazza Duomo. Qui nel frontone in posizione centrale e sul lato sinistro sono stati realizzati con delle bombolette spray di colore verde e azzurro diversi graffiti. Dalle immagini condivise si vedono scritte, disegni stilizzati tra cui una stella con cinque punte, alcune frecce e la scritta “king” seguita da un cuore

La reazione dei milanesi e degli utenti all’atto di vandalismo

Dal video che alcune persone hanno effettuato dalla piazza si vedono i vandali realizzare le loro scritte e poi dileguarsi camminando nel cornicione. Sono ora in corso le indagini che prevedono anche l’acquisizione delle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona. La speranza è quella di ricostruire i movimenti di questi writer, rintracciare i tre e consegnarli alla giustizia.

Nei social, intanto, tantissimi (milanesi e non) scrivono post di indignazione contro quando accaduto. Si spera che i tre vengano presi il prima possibile:“Prendeteli e basta impunità” scrive un utente. Questo atto di vandalismo non è il primo che interessa la città di Milano. Qualche mese fa, infatti, degli attivisti di Ultima Generazione avevano colorato con della vernice arancione il monumento equestre a Vittorio Emanuele II sempre in Piazza Duomo.