Milano, sponsor in campo per riqualificare piazza Duomo

La giunta del Comune di Milano ha approvato la sponsorizzazione dell'intervento di riqualificazione dei palazzi di proprietà comunale in Piazza Duomo

Duomo di Milano

Uno sponsor si farà carico dei costi dei lavori per riqualificare le facciate e i portici di Piazza Duomo a Milano: la decisione è stata presa dalla giunta del Comune che, in una delibera, ha approvato le linee di indirizzo per la sponsorizzazione dell’intervento di restauro dei palazzi di proprietà comunale sugli affacci meridionali e settentrionali della piazza e sulle vie Mazzini e Mengoni.

Questo piano prevede anche la riqualificazione della Cittadella degli Archivi, l’edificio di via Gregorovius. Al momento il Comune di Milano ha ricevuto una proposta di sponsorizzazione tecnica che prevede l’intera realizzazione dei lavori necessari alla riqualificazione di Piazza Duomo.

L’intero intervento, programmato per lotti funzionali, avrà un costo di 3,1 milioni di euro. La copertura pubblicitaria riguarderà tre o quattro campate per volta, in modo tale che il ponteggio non rappresenti un ingombro. Gli spazi dello sponsor occuperanno una superficie superiore al 25% di quella complessiva per una durata non superiore ai 48 mesi, non prorogabile.

I lavori nella piazza del Duomo di Milano, riaperto al pubblico dopo la prima fase dell’emergenza Coronavirus, prevedono la realizzazione di opere di pre-consolidamento, pulitura, sigillature e stuccature, consolidamento in profondità, consolidamento corticale, protezione delle superfici, nelle modalità adeguate definite secondo le risultanze delle indagini diagnostiche, messa in opera di un sistema di monitoraggio continuo della struttura.

Oltre agli interventi sul patrimonio, le attività di sponsorizzazione comprendono una campagna di presentazione del progetto ai cittadini milanesi, insieme all’amministrazione comunale, con iniziative del genere “cantiere aperto”.

In applicazione del Codice degli Appalti, il Comune di Milano verificherà, all’atto della presentazione del progetto definitivo, l’eventuale sussistenza di altri soggetti interessati a presentare domande concorrenti, pubblicando l’avviso per trenta giorni sul sito Internet ufficiale.

L’avviso, inoltre, prevede che l’affidamento delle fasi successive potrà avvenire solamente dopo il parere della Sovrintendenza sul progetto definitivo ed approvazione da parte dell’Amministrazione Comunale.

Prosegue così il percorso di valorizzazione del patrimonio immobiliare di Milano, dove è stato appena inaugurato il Lido Bam all’interno del parco culturale dei grattacieli di Porta Nuova, alle cui spalle sorgerà Torre Milano, progettato come un edificio anti-Coronavirus. I lavori in piazza Duomo saranno a costo zero per l’Amministrazione comunale grazie all’intervento di uno sponsor che si farà carico delle spese.