Formidabile, l'amaro romano alla conquista del mondo

Alla scoperta dell'amaro prodotto artigianalmente nel quartiere popolare della capitale e venduto in tutto il mondo

Drink

Un amaro romano alla conquista del mondo: si chiama Formidabile e viene prodotto artigianalmente in un laboratorio del rione popolare di San Basilio.

Dopo aver conquistato la Capitale, parte la sfida ai grandi marchi da parte di Formidabile, commercializzato in diversi paesi del mondo, dagli Stati Uniti alla Cina, arrivando anche in Giappone e in Australia.

L’amaro Formidabile viene prodotto e imbottigliato, con numeri limitati e controllati in un laboratorio del quartiere di San Basilio, a Roma. Questo liquore, forte e deciso, è nato grazie all’esperienza di Armando Bomba nel campo del bartending e della ristorazione e alla sua grande passione per lo studio delle materie prime. Bomba, infatti, ha trovato la miscela giusta del Formidabile dopo svariate ricerche per i trattati storici della farmacopea internazionale e per i ricettari domestici fra la fine del Settecento e l’inizio del Novecento.

Il percorso del Formidabile inizia nel 2014: entro due anni arrivano le prime 500 bottiglie. Da allora, l’amaro comincia ad essere proposto nelle migliori enoteche della Capitale e non solo, con la sua massiccia bottiglia e l’etichetta con una chiara impronta futurista. Nel 2018 arriva il primo riconoscimento internazionale: la Gran Medaglia d’Oro al concorso Spirit Selection di Bruxelles, bissato con un altro oro all’International Spirits Challenge di Burgess Hill, in Inghilterra.

Il Formidabile, che a Roma si può trovare nelle pizzerie e anche nei ristoranti stellati, è un liquore amaro naturale, elaborato artigianalmente attraverso un processo di macerazione di piante aromatiche ed officinali in purissimo alcool di grano e la sua ricetta è rigorosamente segreta. L’amaro è frutto di un lungo lavoro di ricerca durato diversi anni. Ciò che lo rende unico ed apprezzato è il suo stile originale: il Formidabile, infatti, non è simile a nessun altro amaro.

Il processo di produzione, negli ottanta metri quadrati del laboratorio di San Basilio, è molto elaborato. La macerazione avviene a freddo senza additivi, con operazioni quasi tutte manuali, compresa quella della torchiatura dopo un massimo di 27 giorni. Il liquore viene filtrato e fatto riposare, all’interno di serbatoi d’acciaio, per un altro mese.

Il suo colore è ambrato e la bottiglia in vetro ultra chiaro è stata scelta appositamente per regalare alla vista una preziosa trasparenza. L’aroma è tridimensionale e non riconducibile ad un’unica sensazione.