La Fonte della Fata Morgana e l'elisir di eterna giovinezza

Alla scoperta della Fonte della Fata Morgana, meraviglioso edificio di Bagno a Rivoli che secondo la leggenda custodisce l'elisir di eterna giovinezza

 

Fontana Fonte Fata Morgana

A Grassina, frazione del comune di Bagno a Ripoli, in Toscana, si trova la Fonte della Fata Morgana, conosciuta anche come Casina delle Fate. A questo edificio sono legate diverse leggende: secondo la credenza popolare, custodisce l’elisir dell’eterna giovinezza.

Il complesso monumentale della Fonte della Fata Morgana, ai piedi del Colle di Fattucchia nel Chianti, sarà oggetto di un restauro: sono stati stanziati 25 mila euro per recuperare la costruzione che risale al Cinquecento.

Cos’è la Fonte della Fata Morgana

La Fonte della Fata Morgana si trova all’interno del parco di Villa Il Riposo a Grassina, frazione del comune di Bagno a Ripoli, inserito nella classifica delle mete più ospitali d’Italia nel 2020. L’edificio venne fatto costruire da Bernardo Vecchietti durante la seconda metà del Cinquecento e rappresenta un esempio unico di architettura da giardino, a metà strada tra la tipologia del ninfeo e quella del grotto.

Al suo interno conteneva la statua marmorea, scolpita dal Giambologna, della Fata Morgana, a cui è dedicata la fonte. La costruzione si contraddistingue per l’intonaco a finti mattoni rosa in contrasto con la pietra bianca alberese posta a ornamento delle porte e delle finestre: scelte cromatiche che creano un’atmosfera davvero suggestiva. Il pavimento, a mosaico, è costituito da sassolini bianchi e neri che vanno a comporre la scritta “Fata Morgana”.

Secondo la leggenda, l’acqua che sgorga dalla sua fontana avrebbe virtù ringiovanenti e sarebbe un elisir di eterna giovinezza. La costruzione è conosciuta anche con il nome di Casina delle Fate. Questo appellativo è dovuto a un’altra leggenda: si racconta, infatti, che nelle caldi notti estive, apparissero delle fate e delle ninfe attorno all’edificio.

Fonte Fata Morgana: la targa

 

Fonte della Fata Morgana: il restauro

Attraverso la campagna “Giambologna e la Fata Morgana“, l’associazione Artigianato e Palazzo ha fin qui stanziato la cifra di 25 mila euro destinata al restauro del prezioso complesso monumentale della Fonte della Fata Morgana nel Chianti.

I lavori di restauro sono già iniziati e parte dell’importo raccolto è servito per realizzare la copia della statua del Giambologna, raffigurante la Fata Morgana, affidata al restauratore Filippo Tattini, specializzato nel recupero di Beni Culturali. Il piano di lavoro comprende anche la realizzazione di dieci opere su carta ispirate a quelle del Giambologna che nei secoli sono state sottratte alla struttura.

Fonte Fata Morgana, Bagno a Ripoli