Ercolano: aperto al pubblico il restauro di un dipinto di Villa dei Papiri

Fino al 5 febbraio 2019 a Ercolano sarà possibile assistere ai lavori di restauro su un dipinto murale, l'iniziativa si inserisce in un progetto che mira all'inclusione del pubblico

ercolano restauro aperto pubblico

Come si lavora al restauro di un capolavoro? La risposta a questa domanda la potranno “toccare con mano” i visitatori che fino al 5 febbraio 2019  si recheranno presso il parco Archeologico di Ercolano in provincia di Napoli, dove potranno ammirare i lavori di restauro di un dipinto murale che sembra risalire tra il 50 e il 30 a.C.

Si tratta di un dipinto che faceva parte di Villa dei Papiri che rappresenta delle architetture in prospettiva e ha dimensioni considerevoli: è infatti lungo circa due metri e mezzo per un metro e venti di altezza.

All’interno degli spazi didattici dell’Acquarium  si potrà ammirare questo laboratorio di restauro temporaneo,  ma anche l’opera prima che venga trasferita negli Stati Uniti dove verrà esposto al Getty Museum di Malibù dal 26 giugno al 28 ottobre 2019 per la mostra “Rediscovering the Villa dei Papiri”.

I lavori sul dipinto saranno visibili dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13, presente anche la restauratrice Elisabetta Canna che spiegherà  come procede con gli interventi su queste opera. Tra le altre cose l’iniziativa si inserisce all’interno del progetto che sta portando avanti il Parco Archeologico di Ercolano, tra le aree archeologiche più famose in Italia, per l’inclusione del pubblico nei lavori di restauro e manutenzione del patrimonio archeologico dell’antica Ercolano.

Precedentemente (il 21 gennaio 2019) vi era stata la possibilità di assistere  all’intervento di rimozione di un grande mosaico di circa venti metri quadrati, tolto dal piano originario e collocato su 10 pannelli componibili. Lavoro necessario per procedere con il risanamento del sottofondo e con la pulitura delle tessere in un piccolo laboratorio appositamente creato all’interno del Parco, presso la Casa di Argo sul III Cardo Inferiore. Terminato il restauro si procederà alla ricollocazione del mosaico nella sua sede originaria.

I  lavori di manutenzione straordinaria avviati dal Parco Archeologico di Ercolano dall’estate 2018 si concluderanno alla fine del 2019, e sono portati avanti grazie al finanziamento statale del Fondo per lo sviluppo e la Coesione (FSC) e su progetto del team formato dal personale del Parco e dell’Herculaneum Conservation Project. Per altre iniziative simili basta cercare sul sito ufficiale di Ercolano.

Domenica 3 febbraio 2019, inoltre, torna Domenicalmuseo, evento voluto dal Ministero per i Beni Culturali, che promuove la visite dei siti culturali e aree archeologiche con l’ingresso gratuito.

Intanto fino al 5 febbraio sarà possibile assistere agli interventi di restauro della pittura murale, per un dietro le quinte davvero affascinante prima che l’opera voli verso gli Stati Uniti.