Coronavirus: Ristoacasa elenca tutti i ristoranti con delivery

Ristoacasa mostra tutti i ristoranti che propongono servizio di consegna a domicilio durante l'emergenza Coronavirus

Coronavirus: Ristoacasa elenca tutti i ristoranti con delivery

In tempi di Coronavirus, le consegne a domicilio stanno agevolando la vita di molti italiani, costretti a rimanere in casa il più possibile per contrastare la diffusione del virus. Per questo, la Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) ha deciso di lanciare un servizio chiamato Ristoacasa, che funziona come una sorta di vetrina digitale per quei ristoranti che hanno attivato il servizio di food delivery.

In questo modo, la Fipe ha voluto offrire il suo supporto agli imprenditori che, costretti a chiudere i loro locali, hanno deciso di avviare in questo periodo di emergenza Coronavirus la consegna a domicilio dei pasti. Il servizio Ristoacasa, però, è anche molto utile per gli utenti, che, attraverso la geolocalizzazione, possono individuare il ristorante con food delivery a loro più vicino e più di loro gradimento.

La Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha reso noto che, tra le imprese della ristorazione tradizionale, solo il 5,4% proponeva un servizio di consegna a domicilio già al momento dell’entrata in vigore della chiusura delle attività. Dopo il lockdown, invece, se ne sono aggiunte il 10,4%, per un totale di poco meno del 16% del totale dei locali aderenti al Fipe (110 mila).

I piatti più ordinati? Al primo posto c’è la pizza (68%), davanti ai piatti tipici della cucina italiana (26%) e alla combo hamburger+patatine (22%).

Ecco altre statistiche fornite dalla Fipe: il 40% dei ristoratori ha segnalato una buona crescita della domanda di cibo a domicilio e circa il 10% dei consumatori che prima non utilizzavano il food delivery ora ha iniziato a farlo. Tra i locali che si sono dichiarati non interessati al mercato del food delivery e che, pertanto, hanno chiuso totalmente l’attività, il 35,5% ha riferito di non avere i mezzi necessari per farlo mentre il 64,5% ha affermato di ritenere che, in questa situazione, non sia economicamente sostenibile.

Il servizio Ristoacasa mostra tutti i locali che fanno food delivery e, in particolar modo, quelli che lo propongono sfruttando i propri mezzi e risorse, evitando per ragioni economiche di appoggiarsi a fornitori esterni. La prenotazione del pasto a domicilio può essere effettuata contattando direttamente il locale.

Lino Enrico Stoppani, presidente della Fipe, ha dichiarato: “Il food delivery è diventato un servizio particolarmente apprezzato dai consumatori e per molti ristoranti è l’unico modo per tenere in piedi l’attività. Il lancio della piattaforma Ristoacasa va proprio in questa direzione. Vogliamo supportare gli imprenditori a sviluppare al meglio il servizio a domicilio, dando visibilità anche a chi per la consegna conta sulle proprie forze, magari impiegando in questo servizio il personale attualmente inutilizzato”.

Ancora Stoppani: “Per questo invitiamo tutti gli imprenditori che vedono nel delivery un’opportunità per la propria azienda a utilizzare sin da subito questo nuovo strumento. Come Federazione, sentiamo il dovere di richiamare l’attenzione delle imprese alle misure di sicurezza raccomandate dalle autorità sanitarie in un momento difficile come questo”.