Coronavirus, gli appelli del mondo dello spettacolo

Da Vasco a De Sica, passando per Fiorella Mannoia: gli artisti lanciano appelli al Premier Giuseppe Conte per tutelare il mondo dello spettacolo

Giorgia, Mannoia, Pausini

Il mondo dello spettacolo chiede aiuto a Giuseppe Conte: da Vasco Rossi a Christian De Sica, passando per Fiorella Mannoia e Tiziano Ferro, sono tanti gli artisti che in questi giorni stanno mandando appelli al Premier, chiedendo di non dimenticarsi dei professionisti del settore.

Artisti come Laura Pausini, Fiorello, Giorgia, Elisa, Alessandra Amoroso, Paola Cortellesi, Paola Turci, Marco Masini, Umberto Tozzi, Gigi D’Alessio, Noemi, Frankie Hi-nrg mc e tanti altri hanno lanciato un appello congiunto al governo, con il fine di tutelare i lavoratori del settore in questo momento di emergenza Coronavirus.

Nel testo dell’appello congiunto degli artisti si legge: “Ci auguriamo che a tutti i lavoratori del settore, per tutta la fase di emergenza, venga assicurato un trattamento economico e previdenziale dignitoso; che sulla falsariga di quanto già fatto in altre nazioni, si definisca il futuro dei prossimi eventi rispettando e garantendo i diritti di tutti; che il governo ascolti le varie associazioni di categoria coinvolte e possa offrire all’intero settore un’ipotesi realistica dei tempi in cui poter tornare a lavorare, con risorse concrete che consentano la ripresa delle attività in condizioni di sicurezza, per i lavoratori e per il pubblico”.

Un altro appello è arrivato da parte di Christian De Sica. L’attore romano, intervenuto alla trasmissione ‘Domenica In’, si è rivolto così al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Lo invito a pensare a noi del mondo dello spettacolo, se ci fermiamo è un macello. Speriamo che ci si possa riprendere al più presto possibile, oltre a noi ci sono tantissime persone che lavorano dietro le quinte”.

Anche Vasco Rossi si è mobilitato in questo periodo di emergenza, chiedendo chiarezza al Premier sui concerti live. Il rocker di Zocca, attraverso i suoi canali social, ha taggato Giuseppe Conte, scrivendo “Ci faccia sapere”. Vasco, per la prossima estate, aveva in programma cinque concerti e altrettante apparizioni nei festival estivi: da Firenze Rocks agli iDays di Milano, passando per il Rock in Roma e il concerto programmato a Imola il 26 giugno.

La situazione concerti, in Italia come nel resto del mondo, è molto incerta. Molti sono stati cancellati, mentre la maggior parte sono stati rimandati all’anno prossimo. Diversa la scelta da parte degli organizzatori dell’attesissimo Concertone del Primo Maggio a Roma che per quest’anno si trasforma in un evento televisivo.