Questo sito contribuisce all’audience di


Come si pronuncia Ucraina? Lo spiega l'Accademia della Crusca

L'Accademia della Crusca fa chiarezza sulla corretta pronuncia di Ucraina, a volte pronunciata con l'accento sulla a e talvolta con l'accento sulla i

Ucraina

Da ormai alcune settimane non si parla d’altro: la guerra in Ucraina, che sta tenendo in apprensione il mondo intero. Tra tv, radio, podcast e video sul web, però, stiamo sentendo pronunciare la parola “Ucraina” nei modi più diversi, da “Ucràina” a “Ucraìna“. Ma come si pronuncia esattamente?

L’Accademia della Crusca è intervenuta per far chiarezza sulla giusta pronuncia del Paese attaccato dalla Russia.

Ucraina, la spiegazione dell’Accademia della Crusca

Alla corretta pronuncia di “Ucraina”, l’Accademia della Crusca aveva già dedicato un suo intervento nel 2015, ai tempi della Guerra in Crimea. L’Accademia che si occupa di monitorare la lingua italiana e la sua evoluzione, a questo proposito, aveva scritto: “Sono molti coloro che ci chiedono se si debba dire Ucràina o Ucraìna, ucràino o ucraìno. In particolare qualcuno ci fa notare che nella scheda sull’accentazione dei nomi geografici consigliavamo Ucràina, ma che, in occasione dei recenti avvenimenti, si sente molto spesso anche la pronuncia Ucraìna”.

Poi la spiegazione “ufficiale”: “Per quanto riguarda i nostri due nomi va detto subito che oggi sono accettabili entrambe le pronunce, anche se la più corretta, a rigore, sarebbe quella in passato spesso ritenuta sbagliata, cioè quella con l’accento sulla i“.

Nella nota dell’Accademia della Crusca, poi, è aggiunto: “Vari dizionari italiani hanno pensato che le due pronunce derivassero dalla diversa accentazione del nome a seconda che fosse pronunciato (con accento sulla i) in ucraino o (con accento sulla a) in russo, le due lingue più diffuse in quella regione. In realtà oggi si dice Ucraìna, ucraìno (Ukraìna, ukraìnskij) tanto in russo quanto in ucraino”.

Dopo una lunga panoramica storica, l’Accademia della Crusca, in quell’occasione, aveva chiuso il suo intervento così: “Insomma, ce n’è quanto basta per comprendere e tollerare le ragioni dell’oscillazione d’accento nella pronuncia italiana della parola in questione, oscillazione che si riscontra oltretutto anche in qualche altra lingua europea. Ma, a rigore, dato che nell’uso moderno le lingue slave, russo incluso, accreditano ormai come unica pronuncia corretta quella accentata sulla i sarebbe meglio dire Ucraìna/ucraìno, come del resto consiglia l’autorevole DOP”.

Curiosità nella curiosità: secondo quanto riferito dall’Accademia della Crusca, anche l’etimologia della parola “Ucraina” è poco chiara, dal momento che in alcune fonti la “U” iniziale è sostituita da una “O“. Il significato del termine, in ogni caso, appare comunque chiaro: significa confine. Ma c’è di più: prima del Seicento, il termine “ucraina” non si riferiva specificamente alla regione che noi attualmente chiamiamo così, ma a qualsiasi territorio di confine.

Il gesto dell’Accademia della Crusca contro la guerra in Ucraina

L’Accademia della Crusca ha recentemente parlato di guerra in Ucraina, non per far chiarezza sull’esatta pronuncia del termine, ma per condividere un messaggio di pace “nella speranza che si fermi la guerra”.

Lo scorso 4 marzo, la pagina Facebook dell’Accademia ha dato spazio alla lettera inviata alle università italiane dalla senatrice Cattaneo, nella quale sono indicati in maniera precisa i riferimenti per raggiungere la dura lettera aperta contro la guerra di aggressione russa in Ucraina sottoscritta da 600 scienziati e divulgatori scientifici russi.