I migliori panettoni artigianali del 2020 secondo Gambero Rosso

La classifica firmata Gambero Rosso dei migliori panettoni artigianali d'Italia del Natale 2020: su 36 prodotti testati, 13 hanno conquistato i giurati

I migliori panettoni artigianali del 2020 secondo Gambero Rosso

In vista dell’arrivo del Natale, Gambero Rosso, dopo aver segnalato i migliori bar d’Italia, ha stilato la classifica dei migliori panettoni artigianali del 2020. Quest’anno la degustazione è stata fortemente condizionata dall’emergenza Covid, ma si è riusciti ugualmente a stilare il prestigioso ranking. Scopriamo come è andata.

Migliori panettoni artigianali del 2020: i test del Gambero Rosso

Gli esperti di Gambero Rosso hanno degustato “alla cieca” (con i campioni identificati solo da un numero) 36 panettoni artigianali, tra panettoni classici, con agrumi canditi e uvetta, senza mono e digliceridi, solo di produttori che distribuiscono, vendono on line o spediscono. Alla degustazione sono stati ammessi sia il formato tradizionale (alto, tipo Milano) sia il formato basso (tipo galup) sia le forme intermedie. Durante la fase di assaggio non è stato concesso agli esperti mangiare altro cibo, né bere vino o caffè, per non sporcare il palato.

Nella degustazione, Gambero Rosso si è avvalso di alcuni esperti, come Salvo Leanza (pasticcere e docente di pasticceria alla Gambero Rosso Academy), Roberta Pezzella (panificatrice), Gian Luca Forino (pasticcere) e Valerio Coltellacci (panificatore e pasticcere).

Migliori panettoni artigianali: la classifica

  • 1 Tiri, Tiri Bakery e Caffè – Potenza (1 kg, 37 euro)

Il panettone artigianale di Vincenzo Tiri, a Potenza, è un panettone di tipo basso, dal “perfetto color nocciolato”, con “alveoli aperti e omogenei” e un “giusto equilibrio nella presenza dei canditi (fatti in casa, caratteristici nella loro cremosità) e uvetta”, che si distingue per le tre lievitazioni e le 72 ore di lavorazione.

Il panettone artigianale di Vincenzo Tiri è ricco di aromi: al naso si percepiscono al naso vaniglia, arancia, cedro, burro, miele e lievito, mentre all’assaggio il tratto distintivo è l’”impasto super soffice, setoso correttamente umido, solubile”.

  • 2 Forno Gentile, Gentile – Gragnano (NA) (1 kg, 35 euro)
  • 3 Opera Waiting, Opera Waiting – Poggibonsi (SI) ( 859 gr, 30 euro)
  • 4 Dolcemascolo, Dolcemascolo – Frosinone (1 kg, 30 euro)
  • 5 Calciano, Pasticceria Calciano – Tricarico (MT) (1 kg, 33 euro)
  • 6 Andreoletti, Pasticceria Andreoletti – Offlaga (BS) (1 kg, 40 euro)
  • 7 Gabbiano, Pasticceria Gabbiano – Pompei (NA) (1 kg, 34 euro)
  • 8 Olivieri 1882, Olivieri 1882 – Arzignano (VI) (900 gr, 38 euro)
  • 9 De Vivo, Pasticceria De Vivo – Pompei (NA) (1 kg, 35 euro)
  • 10 Casa Priolo, Casa Priolo – Bojano (CB) (1 kg, 28,50 euro)
  • 11 Grazioli, Panificio Grazioli –Legnano (MI) (1 kg, 28 euro)
  • 12 Il Chiosco, Il Chiosco – Lonigo (VI) (1 kg, 33 euro)
  • 13 Ricci, Ricci – Montaquila (IS) (1 kg, 30 euro).