Questo sito contribuisce all’audience di


La città italiana dove è "impossibile" sposarsi nel 2023: il caso

Caso particolare a Trani: nella splendida località della Puglia è praticamente impossibile sposarsi nel 2023 perché manca il calendario delle date

Trani, caso matrimoni

In Italia c’è una città dove è impossibile sposarsi: si tratta di Trani. Nella località della Puglia, infatti, le date per fissare una cerimonia di matrimonio nel 2023 sono introvabili.

Il Comune di Trani non riesce ad accontentare i promessi sposi che vogliono celebrare le unioni nella cittadina pugliese e non può fissare alcuna data perché non c’è il calendario: a tal proposito il Sindaco ha avviato un’indagine interna per risolvere questa situazione.

Perché è impossibile sposarsi a Trani: il caso

Come riferito da Repubblica.it, un fotografo intenzionato a celebrare il suo matrimonio a Trani, ha inviato una lettera aperta al sindaco Amedeo Botta, raccontando la sua disavventura.

Nella lettera viene spiegata la vicenda di due cittadini tranesi che avevano chiesto agli Uffici di Stato Civile del Comune di Trani la disponibilità per sposarsi nella data del 2 luglio 2023. I due cittadini sono entrati in contatto, di persona oppure telefonicamente, con alcuni dipendenti del Comune: la risposta è stata negativa e non hanno potuto prenotare il rito civile per l’anno successivo, perché l’ufficio non è in possesso del calendario 2023.

Senza il calendario non è possibile conoscere gli spazi disponibili per i matrimoni. Come riferito da Repubblica.it, dal Comune hanno già fatto sapere di aver avviato indagini interne che serviranno a far luce sull’episodio e ad accertare le responsabilità di quanto successo.

La vicenda arriva a poco tempo di distanza dalla decisione del Comune di ampliare le location destinate ai matrimoni civili. L’amministrazione comunale aveva incluso, oltre alla sede del Comune, anche il Museo Archeologico del Monastero di Colonna, la villa comunale, la biblioteca comunale, il Palazzo delle arti Beltrani e la pinacoteca Ivo Scaringi.

La decisione di allargare le location destinate ai matrimoni civili sul territorio di Trani è stata presa anche con la volontà di aumentare il numero delle celebrazioni svolte in città.

Alla scoperta di Trani, una perla del Mar Adriatico

Situata in una zona che si affaccia direttamente sul mar Adriatico, Trani è una splendida città di costa che vanta un territorio ricco di storia, arte e cultura. Una delle location che richiama maggiormente il flusso di turisti è il castello svevo, dichiarato Monumento nazionale nel 1936.

Il castello svevo di Trani è considerato uno dei castelli più suggestivi d’Italia, insieme a monumenti storici come Castel dell’Ovo, il Castello di Monforte, il Castello Scaligero di Sirmione, il Castello di Fossombrone e Castel Trotsburg. A partire dal dicembre del 2014, il Ministero per i beni e le attività culturali gestisce il castello svevo insieme al Polo museale della Puglia.

Il Sud d’Italia, in generale, è molto gettonato quando si parla di matrimoni: oltre alla Puglia, nel corso del 2022 c’è stato un vero e proprio boom di prenotazioni per i matrimoni in Sicilia.

In generale tutta la Penisola continua a rappresentare un forte richiamo per i matrimoni, anche e soprattutto per le coppie che vengono dall’estero. Non a caso tre località italiane sono state inserite nella classifica delle location per matrimoni più popolari su Instagram: Villa Treville a Positano, Villa Sola Cabiati a Tremezzo e l’Hotel Danieli a Venezia.