Case a 1 euro a Ollolai, il progetto cambia: come funziona

L'iniziativa case a 1 euro a Ollolai è stata un successo e così il progetto continua ma cambia forma: ecco come funziona e a chi è rivolta l'idea

Case a 1 euro a Ollolai come cambia il progetto

Il borgo di Ollolai torna al centro dell’attenzione con il rinnovo del progetto Case a 1 euro ma questa volta il bando è differente: se il primo bando di Case a 1 euro a Ollolai vedeva il prezzo simbolico come un impegno per l’acquisto e il restauro dell’immobile, ora il costo riguarda gli affitti di abitazioni e locali commerciali.

Case a 1 euro a Ollolai: come cambia il progetto

Trenta le abitazioni e venti i locali commerciali selezionati per l’iniziativa case a 1 euro a Ollolai. Non è nuovo il borgo: si tratta infatti del secondo rinnovo del progetto case a 1 euro a Ollolai. Questa volta però il bando cambia: non si parla più di acquistare ma di affittare gli immobili.

L’iniziativa è rivolta a italiani, inglesi, spagnoli e arabi che abbiano intenzione di trasferirsi nel paese ma soprattutto che possono dimostrare di avere un progetto di vita legato al territorio. L’iniziativa ha una durata quinquennale: allo scadere dei cinque anni l’affitto passerà a 250 euro circa, prezzo regolamentato dal mercato. Chi partecipa può ottenere importanti vantaggi come ad esempio bonus bebè triennali, libri scolatici gratuiti e contributi al trasporto scolastico ma anche attività laboratoriali ludico-ricreative.

A occuparsi del progetto è il Comune insieme alla cooperativa Comunità di Ollolai e alla confederazione Aepi. A raccontare il progetto è il responsabile aree montane di Aepi Efisio Arbau, che ha dichiarato ad Ansa: “È dare una risposta importante e immediata ai problemi dello spopolamento, utilizzando anche la sponda di iniziative statali e regionali che puntano a incentivare natalità e residenza nei borghi”.

Anche l’assessore regionale degli Enti Locali Quirico Sanna ha parlato dell’iniziativ. Secondo Sanna, l’altra scommessa “resta per noi quella di far scoprire l’altra faccia della Sardegna, quella delle zone interne, dei profumi, dei sapori, dell’archeologia e dell’immenso patrimonio che vogliamo mettere in rete”.

Perché costano solo 1 euro le case ad Ollolai

La seconda fase del progetto Case a 1 euro cambia le regole: non più acquisto ma affitto di diversi immobili sia a scopo abitativo che lavorativo. Lo scopo, come per tutti i progetti è quella di ridare vita a borghi dimenticati: ripopolare la montagna in Sardegna è un obiettivo molto sentito, non solo dalle comunità locali ma anche dalle istituzioni.