Campania, De Luca blocca bar e ristoranti: ecco quando riaprono

Il Presidente della Campania Vincenzo De Luca ha deciso di far slittare di qualche giorno la riapertura dei bar e dei ristoranti della regione

Vincenzo De Luca

I bar e i ristoranti di Napoli e della Regione Campania devono attendere ancora un po’ per riaprire i battenti: il  Governatore Vincenzo De Luca ha bloccato la riapertura prevista per il 18 maggio dal nuovo Dpcm emanato dal Governo.

Il presidente della Regione Campania, con l’ordinanza che regolamenta l’avvio della seconda fase dell’emergenza Coronavirus, ha deciso di far slittare la riapertura alla giornata di giovedì 21 maggio 2020. Una decisione forte da parte del Governatore, che ritiene le linee guida nazionali inattuabili per gli esercizi campani.

La Regione sta continuando a studiare nuove misure per garantire il distanziamento sociale all’interno dei locali che dovranno restare chiusi fino al 21 maggio. Il provvedimento non riguarda i negozi che riaprono puntualmente a partire dal 18 maggio.

“Dobbiamo aprire giovedì, non lunedì – le parole di Vincenzo De Luca riportate dal Corriere della Sera – Con le attuali linee guida il 70% dei ristoranti non potrà aprire, noi vogliamo aprire tutto ma dobbiamo approvare misure diverse. Per i negozi è diverso, possono partire da lunedì. I ristoratori no, non ci sono le condizioni di sicurezza, lunedì non potranno fare neanche una sanificazione. Servono misure diverse, meno restrittive. Un metro di distanza tra cliente e cliente, non due, e pannelli di separazione in vetro, plastica e plexiglass tra un tavolo e l’altro”.

Per quanto riguarda gli spostamenti, il Governatore Vincenzo De Luca ha ribadito il divieto di entrare in Campania da altre regioni almeno per tutto il mese di maggio, se non per comprovati motivi di lavoro o di salute. Le misure di controllo resteranno in vigore fino alla fine del mese.

Come succede per la ristorazione, in Campania si studiano delle misure che consentano una ripresa ragionevole anche per gli stabilimenti balneari. L’obiettivo è quello di permettere ai titolari degli stabilimenti di riaprire in totale sicurezza e, al tempo stesso, con provvedimenti che possano garantire una redditività congrua per tutti gli operatori.

L’ordinanza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, emanata per regolamentare l’inizio della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, inoltre, raccomanda alle aziende e alle amministrazioni, sia pubbliche che private, il massimo ricorso allo smart working e una maggiore flessibilità nei riguardi degli orari di lavoro.