Torna la Camminata tra gli Olivi: coinvolte 123 città italiane

La seconda edizione della Camminata tra gli olivi si terrà il 28 ottobre 2018: sono 123 i Comuni coinvolti in tutta Italia

Camminata tra gli olivi

Passeggiare in mezzo alla natura, scoprendo piante secolari e riuscendo a conoscere qualcosa di più sulla nostra storia. Tutto questo è la Camminata tra gli olivi, che è giunta alla sua seconda edizione e si terrà domenica 28 ottobre 2018.  A proporla già dallo scorso anno è stata l’associazione nazionale Città dell’olio e pur essendo alla sua prima prova ha fatto grandi numeri. Erano ben 121 i comuni coinvolti, suddivisi in 18 regioni. I partecipanti, invece, sono stati oltre 20 mila.

L’obiettivo della kermesse è quello di far conoscere l’olivo, l’olio e i territori, ma anche di creare un’occasione di incontro con chi produce questo prodotto.

Quest’anno a partecipare saranno 123 Comuni, spalmati in 18 Regioni italiane, dove si potranno scoprire itinerari suggestivi e prendere parte a degustazioni dove il protagonista sarà “l’oro verde”. Il tutto in occasione dell’Anno del Cibo Italiano. Si terranno incontri, itinerari e assaggi  dal Trentino fino alla Sicilia, tutte le location sono visibili sul sito internet dell’iniziativa.

Sviluppo dei territori olivetati e oleoturismo vanno a braccetto, almeno secondo l’Associazione Nazionale Città dell’Olio che è convinta che le due cose siano strettamente legate perché il turismo collegato a questo prodotto, se ben organizzato, può incrementare la competitività dell’olivicoltura tradizionale, diventando non solo una risorsa sotto il profilo ambientale, ma anche per il territorio e per i produttori.

Dati alla mano il settore del turismo enogastronomico è già una realtà affermata sul territorio: nel 2017 questo comparto è cresciuto del 10 per cento secondo i dati di Food Travel Monitor, con 110milioni di presenze nelle strutture ricettive.

L’appuntamento con olivi e olio, quindi, sarà domenica 28 ottobre e come ha affermato il presidente dell’associazione nazionale Enrico Lupi: “Chi cura e chi visita questi luoghi rappresenta ugualmente un investimento per il futuro economico e turistico del nostro paese. Al nostro impegno, rinnovato con l’edizione 2018 della  Camminata che si annuncia ancora più ricca di eventi e imperdibili scoperte, si affianca quello delle autorità italiane ed europee”.

Tra le Regioni dove hanno partecipato il maggior numero di città il primato va alla Toscana con ben 18  comuni. Seguita a ruota Puglia (17) e Sardegna (16). Umbria, Liguria e Abruzzo invece hanno visto l’adesione di 11 Comuni.

Pubblica un commento