A Bormio la pizzoccherata più lunga d'Italia

Domenica 2 settembre nel cuore delle Alpi, più di tremila persone si siederanno a tavola per la pizzoccherata da record

A Bormio la pizzoccherata più lunga d'Italia

Mille chili di pizzoccheri, una tonnellata di bontà e genuinità che sfida record e guinness dei primati. Domenica 2 settembre il centro storico di Bormio, incantevole paesino incastonato nella provincia di Sondrio, famoso per i suoi stabilimenti termali e per essere una delle gemme del parco nazionale dello Stelvio, sarà caratterizzata da una lunghissima tavolata imbandita per più di tremila persona. Il lunghissimo convivio abbraccerà buona parte del centro storico dove i commensali, ridistribuiti tra piazza del Kuerc, via Roma, via Dante e via De Simoni, saranno protagoniste dell’iniziativa “la Pizzoccherata più lunga d’Italia”

A Bormio la pizzoccherata più lunga d'Italia

L’evento inizierà alle 13.00 con i cento rintocchi della Bajona a dare il via al servizio del pizzoccheri, un tipo di pasta preparata con grano saraceno miscelata con altri sfarinati e condita, come tradizione vuole, da burro fuso e formaggio Casera dop.

3.240 posti a sedere , 1 chilometro di tavolata, almeno 26 ristoranti coinvolti e 250 persone impegnate a servire il piatto che da queste parti è una vera e propria istituzione.

Subito dopo, i numerosi commensali che accorreranno all’evento da record potranno assaggiare salumi, formaggi e naturalmente la torta saracena accompagnata dall’amaro locale.

Ma la domenica dei pizzoccheri non è dedicata soltanto al buon cibo e all’ottima compagnia: per le strade di Bormio numerose saranno le iniziative a tema culinario: lezioni di cucina elargite dagli chef valtellinesi allieteranno residenti e turisti accompagnate da musica tipica e danze popolari e non mancheranno momenti pensati anche per più piccoli con parentesi di animazione per far divertire i bambini.

Situata a 1.225 metri d’altezza, Bormio è incastonata in un ampio anfiteatro naturale situato al centro delle Alpi. Qui i colori che predominano sono il verde dei prati, il bianco delle nevi perenni e l’intenso azzurro del cielo limpido. Colori, atmosfere, e salubrità dell’aria che attirano ogni anno in questo paradiso sportivi, amanti della natura, della cultura e delle tradizioni. A chiudere il quadro idilliaco le calde acque termali di Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi apprezzate fin dai tempi degli antichi romani e che ancora oggi rappresentano una buona motivazione per visitare questo meraviglioso luogo pieno di vivacità e bellezza.