Bormida cerca cittadini: sindaco propone bonus di 2.000 euro per chi si traferisce

Il primo cittadino del borgo savonese pensa a un incentivo per chi si trasferisce nel villaggio ligure che rischia lo spopolamento

Bormida cerca cittadini: sindaco propone bonus di 2.000 euro a chi si traferisce

Pagare i nuovi residenti per salvare il paese. Il piccolo borgo di Bormida è in cerca di abitanti per scongiurare lo spopolamento. Il sindaco del villaggio pensa a un bonus di 2000 euro da elargire a chiunque decida di trasferirsi in questo incantevole paesino ligure della provincia di Savona. La notizia ha fatto il giro del mondo: l’esaltante proposta del primo cittadino Daniele Galliano è giunta sulle colonne della stampa internazionale, compresa quella del Guardian, quotidiano britannico sempre molto attento alle vicende che riguardano la nostra Penisola, suscitando l’interesse internazionale di chi vorrebbe andare a vivere nel bellissimo territorio ligure. Sembra la realizzazione di un sogno: un posto incantevole, a pochi chilometri dal mare caratterizzato dal profumo di aria salubre e dalle melodie della natura, con alberi e vegetazione a perdita d’occhio.

Il villaggio oggi conta appena 394 residenti che vivono in uno scenario di pace, immerso tra faggeti e castagneti all’ombra del Monte Settepiani, il verde qui è il colore principe, le aree boscose sono preponderanti e le poche case fanno fatica persino a essere individuate tra gli ettari di verde che fanno di Bormida il comune più boscoso di tutta la Liguria. Ma il villaggio, purtroppo, è in preda allo spopolamento. A malincuore i residenti sono costretti ad andare via per cercare lavoro nelle città limitrofe dove le opportunità professionali sono maggiori. Bormida quindi non cresce, anzi, corre il rischio di diventare un paese fantasma.

Bormida cerca cittadini: sindaco propone bonus di 2.000 euro a chi si traferisce

Gli abitanti erano già pochi nel 2014 e per tentare la rivoluzione demografica la giunta cercò di ingolosire le persone in cerca di una residenza immersa nella pace e tranquillità: il sindaco lanciò una proposta davvero allettante: 50 euro al mese per le abitazioni con metratura standard e 120 per quelle un po’ più grandi. Nonostante l’offerta, negli ultimi anni, la situazione non è cambiata e il primo cittadino ha quindi deciso di provare strade ancor più radicali. L’entusiasmo che ha navigato a vele spiegate nei mari del web è però stato frainteso. Quella del sindaco è per adesso soltanto un’idea che ha girato alla Giunta della Regione Liguria per richiedere l’istituzione di un fondo regionale, in modo da invogliare l’acquisto nei borghi sull’orlo dello spopolamento, compreso il villaggio di Bormida. Il bonus, insomma, non sarebbe una donazione, ma un aiuto per venire incontro alle difficoltà del trasferimento e per rendere più agevole il trasloco presso il borgo, ancora da approvare.

Intanto le richieste si sono susseguite e la casella mail del sindaco è intasata da migliaia di domande provenienti da tutti gli angoli del mondo, anche da Sud America e Australia.

Pubblica un commento