Bergamo, 31 ristoranti locali uniti: pasti gratis negli ospedali

I ristoranti e i locali di Bergamo e provincia si uniscono per portare 200 pasti gratuiti al giorno negli ospedali della zona

 

Bergamo, 31 ristoranti locali uniti: pasti gratis negli ospedali

I ristoranti di Bergamo, la provincia italiana più colpita dall’emergenza Coronavirus, si uniscono per portare pasti gratis negli ospedali.

I locali bergamaschi donano le prelibatezze del territorio orobico al personale sanitario che opera nelle strutture ospedaliere. Arrivano piatti di lasagne, polente, gnocchi, crespelle, arrosti, brasati, casoncelli e anche pizze.

A lanciare l’iniziativa della consegna di pasti gratuiti agli ospedali che stanno combattendo giorno e notte contro il Coronavirus è stata la Trattoria Taiocchi di Curno. Il locale, con la collaborazione di Ascom Bergamo e del Distretto del Commercio dei Colli e del Brembo ha poi coinvolto altri ristoranti di zona, per un gesto di solidarietà che, oltre a essere un ringraziamento, rappresenta anche un incoraggiamento per il lavoro straordinario che medici e infermieri stanno svolgendo in questi giorni.

In totale sono 31 i locali di Bergamo e provincia che hanno deciso di aderire a questa splendida iniziativa. Grazie a loro è possibile soddisfare un fabbisogno di oltre 200 pasti al giorno. I piatti sono preparati nelle cucine dei ristoranti riaperte esclusivamente per l’occasione. A distribuirli nei vari ospedali sono i volontari del progetto “Angeli al volante”: si tratta di un servizio solidale nato da un gruppo di conducenti professionisti, NCC e tassisti, coordinati da Simone Labozzetta in collaborazione con l’Associazione Nazionale Polizia di Stato.

I volontari offrono corse gratuite ai più bisognosi e alle persone in prima linea per fronteggiare l’emergenza come i medici, gli infermieri e tutti coloro che lavorano all’interno delle strutture ospedaliere.

Il gruppo privato “Rete ristoratori solidali della Bergamasca” si occupa del coordinamento della suddivisione dei compiti, dell’organizzazione e della preparazione del menu e poi della consegna nei vari ospedali di Bergamo e provincia. Le prime consegne dei pasti gratuiti hanno interessato gli ospedali di Zingonia e di Ponte San Pietro: 150 porzioni di casoncelli e 100 porzioni di gnocchi e polenta.

L’iniziativa lanciata dalla Trattoria Taiocchi ha preso corpo all’interno della community Facebook dell’agenzia RistoratoreTop che vanta più di 8 mila ristoratori italiani. Attraverso il social network, il ristoratore milanese SlowSud ha lanciato lo stesso appello ai locali di Milano, raccogliendo la partecipazione di tante realtà tra catene, pizzerie, ristoranti, kebab, gelaterie e pasticcerie, pronte a distribuire pasti gratis agli ospedali del capoluogo lombardo.