Befana a Roma: sequestrato lo storico mercatino di piazza Navona

Trovate irregolarità da parte degli agenti della polizia locale: emesse multe per circa 30 mila euro

Piazza Navona

Sono a rischio le attività durante le festività natalizie di Piazza Navona, a Roma. Gli agenti della polizia locale hanno riscontrato violazioni della normativa sulla sicurezza da parte dei banchi dello storico mercatino che culmina con l’attesissimo giorno dell’Epifania.

Nelle scorse ore è scattato il maxi blitz da parte della polizia municipale, durante il quale sono state emesse multe salatissime che arrivano fino a 30 mila euro. Nel corso dei controlli gli agenti hanno riscontrato diverse violazioni della normativa sulla sicurezza. Non erano presenti le transenne, gli estintori e nemmeno le certificazioni necessarie per la manifestazione.

In seguito ai controlli, sono emerse delle irregolarità rispetto al piano di sicurezza della manifestazione che hanno portato all’immediata chiusura dell’evento e al conseguente sequestro dei banchi.

Durante gli accertamenti svolti dalla polizia municipale sui 32 banchi di Piazza Navona, a Roma, sono stati riscontrati anche diversi illeciti su dieci attività. Nel dettaglio, i caschi bianchi hanno rilevato il mancato rispetto della normativa europea sull’omologazione di circa 600 giocattoli utilizzati come premi da alcuni banchi di spettacolo viaggiante. I giocattoli non omologati sono stati posti sotto sequestro. Denunciato, inoltre, anche il responsabile tecnico che aveva certificato le regolarità dei banchi.

La struttura posta al centro di Piazza Navona, destinata alle attività ludiche soprattutto per famiglie e bambini, è risultata priva del certificato di prevenzione incendi e degli estintori. Per questo si è proceduto a denunciare la titolare, una donna italiana di 55 anni.

Piazza Navona, uno dei luoghi più incantevoli e caratteristici della capitale, grazie alla meravigliosa fontana dei Quattro Fiumi, durante il periodo natalizio si trasforma completamente, venendo circondata da bancarelle che vendono giocattoli e dolci, e da giostre che intrattengono grandi e bambini. Il suo aspetto cambia in maniera radicale, grazie alle luci colorate e al frastuono della folla.

Il mercatino, di solito, restava aperto fino all’una di notte durante tutte le festività natalizie, fino al 6 gennaio. Il giorno dell’Epifania, infatti, c’era il gran finale, con l’arrivo della Befana a distribuire dolci (o carbone) ai bambini che accorrevano nella piazza capitolina. Almeno fino ad oggi. Per quest’anno, purtroppo, la tradizionale Befana di Piazza Navona è fortemente a rischio.