La Banana sul Muro di Maurizio Cattelan approda al Guggenheim

'Comedian', la celebre banana attaccata al muro con il nastro adesivo di Maurizio Cattelan sbarca al Guggenheim di New York grazie a un donatore anonimo

La Banana sul Muro di Cattelan approda al Guggenheim

Una delle opere più provocatorie di Maurizio Cattelan sbarca al Guggenheim di New York. Parliamo dell’ormai celeberrima ‘Comedian’, la banana attaccata al muro con il nastro adesivo che ha suscitato grande clamore all’Art Basel Miami Beach.

Il museo newyorkese di fama mondiale ha annunciato al New York Times, recentemente conquistato da un borgo umbro, di aver ricevuto l’installazione dell’eclettico artista padovano da un donatore anonimo.

“Siamo grati destinatari del dono di ‘Comedian’ – ha commentato il direttore del Guggenheim Museum, Richard Armstrong –  un’ulteriore dimostrazione dell’abile connessione dell’artista con la storia dell’arte contemporanea”

Tuttavia, non è stata ancora comunicata la data a partire dalla quale il pubblico potrà ammirare la famosa installazione sulle pareti del Solomon R. Guggenheim Museum.

La controversa opera di Cattelan, che in una pasticceria milanese è diventata un panettone, nasce dall’abitudine dell’artista nato a Padova nel 1960 di comprare una banana quando viaggia e di attaccarla a una parete per trovare la giusta ispirazione.

Le tre edizioni originali sono state vendute a collezionisti privati per somme tra i 120mila e i 150mila dollari. La cifra è in realtà il prezzo del certificato d’autenticità, accompagnato da un manuale di istruzioni su come installare ed esporre la banana.

Cattelan ha dato, infatti, indicazioni precise: il frutto deve essere attaccato al muro a 175 centimetri dal suolo, con un’angolazione di 37 gradi, e va cambiato ogni 7-10 giorni.

Ad acquistare i tre pezzi, i noti collezionisti statunitensi Sarah Andelman, fondatrice del concept store Colette a Parigi, Billy e Beatrice Cox, proprietari della Dow & Jones Company, e un terzo acquirente francese rimasto anonimo.

I Cox avrebbero espresso, in passato, la volontà di donare l’opera a un museo. Potrebbero quindi essere proprio loro i misteriosi benefattori che hanno donato la banana di Cattelan al Guggenheim, ma dal museo non è giunta alcuna conferma al riguardo.

‘Comedian’ ha riscosso ancora più successo quando l’artista David Datuna ha staccato e mangiato la banana davanti allo sguardo allibito e divertito dei presenti. Una performance che gli ha fatto guadagnare il soprannome di “artista affamato d’arte”.

Non è la prima volta che un’opera di Cattelan sbarca al Guggenheim. Nel 2012, il museo newyorkese ha ospitato la retrospettiva ‘Maurizio Cattelan: All’, mentre nel 2016 ha accolto ‘America’, il famoso wc d’oro perfettamente funzionante e installato in uno dei bagni del Guggenheim. L’opera in oro massiccio da 18 carati è stata rubata lo scorso settembre e non è mai stata ritrovata.

Lo scorso ottobre, invece, la collezione Thannhauser del Guggenheim di New York è sbarcata a Milano.