Il vino italiano perfetto per l'estate secondo il Guardian

Sono ben 20 i vini provenienti da tutto il mondo scelti dal Guardian per l'estate 2021: tra questi, spicca una delle eccellenze italiane

Moscato d'Asti

Il Guardian ha voluto omaggiare i vini migliori dell’estate, scegliendo tra un’ampio catalogo di prodotti provenienti da tutto il mondo. L’Italia, con il suo ricchissimo patrimonio enologico, non poteva certo mancare. Ecco il vino italiano migliore per la stagione calda.

Il Guardian celebra il Moscato d’Asti

Il quotidiano britannico ha passato in rassegna decine di deliziosi vini provenienti da ogni angolo del globo, per trovare quelli perfetti per l’estate. Un’ampia selezione di bianchi, rossi e rosé fa capolino tra le pagine del Guardian, tra cui spiccano prodotti molto rinomati quali l’Isabel Estate Sauvignon Blanc della Nuova Zelanda e il francese Château de Minuty M Minuty.

È tuttavia solo tra le bollicine che troviamo una delle eccellenze italiane, un vino che le sue pregiate caratteristiche hanno reso celebre in tutto il mondo. Stiamo parlando del Contero Moscato d’Asti di Strevi 2020, dalla leggera frizzantezza che lo qualifica come uno dei più delicati e freschi per la stagione estiva. Non è uno spumante, ma le sue dolci bollicine sono una delizia per il palato.

Il critico enologico David Williams, che lo ha scelto tra tantissimi altri prodotti con caratteristiche simili, lo descrive così: “Esiste un vino più allegro al mondo del Moscato d’Asti? Devo ancora trovare qualcosa che corrisponda così da vicino alla sensazione di svegliarsi in una soleggiata mattina d’estate che si prova in vini come questo, un vivace e delizioso mix delicatamente spumeggiante di dolci sentori di pesca, uva moscato e prati estivi”.

Il Moscato d’Asti, eccellenza italiana

Il Moscato d’Asti è un pregiato vino tipico delle campagne piemontesi, dove si coltiva il vitigno Moscato Bianco, l’unico destinato alla produzione di questo vero capolavoro italiano. Si tratta di un vitigno antico, proveniente dal bacino orientale del Mediterraneo, che oggi verdeggia tra le colline di una delle zone più ricche – dal punto di vista enologico – del nostro Paese.

La zona di produzione è quella delle aree collinari in provincia di Asti, Cuneo e Alessandria. Comprende le campagne delle Langhe e del Monferrato, splendido patrimonio naturalistico ed enogastronomico tutto italiano. Vi sono numerosi borghi dediti, tra le altre cose, proprio alla produzione del Moscato d’Asti, tra cui Neive e Nizza Monferrato.