Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

A Verona c'è il primo supermercato senza casse d'Italia

A Verona ha aperto il primo supermercato in Italia in cui grazie all'intelligenza artificiale si può fare la spesa senza contanti e senza casse

Nel centro storico della città di Verona ha aperto il primo supermercato fisico in Italia senza casse e senza contanti. Funziona tutto tramite un sistema avanzato di telecamere e tramite l’uso di speciali sensori. Questo nuovo modo di fare acquisti risulta l’ideale per coloro che vogliono fare la spesa in maniera rapida senza sprecare tempo in fila.

Come funziona il primo supermercato senza casse d’Italia

Nel centro di Verona è arrivata una grande novità per quanto riguarda i supermercati. Si chiama “Prendi&Vai!” un negozio di Tuday Conad che è definito come il primo “autonomus store” italiano, ovvero un supermercato senza casse e senza contanti. Qui, infatti, i clienti scelgono gli articoli da acquistare e poi possono deporli direttamente nella borsa pagando alla fine la spesa tramite app o con la carta. Un’idea di fare la spesa sicuramente nuova e innovativa nel nostro paese che risponde alle esigenze di chi vuole farla in maniera veloce. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Retail Hub e Dao (Dettaglianti Alimentari Organizzati) una cooperativa trentina che opera con l’insegna Conad in tutto il Trentino Alto-Adige e nelle province di Verona, Vicenza, Belluno e Brescia.

Ma come funziona davvero il servizio “Prendi&Vai!” di Tuday Conad?
Il modo di fare la spesa, in realtà, è simile a quello degli altri supermercati.
Tutto il negozio è dotato di una speciale tecnologia “computer vision” con telecamere che non solo seguono il cliente dal momento in cui entra a quando esce ma, grazie all’intelligenza artificiale, riescono a riconoscere con precisione il prodotto che viene preso dallo scaffale o dal bancone. Inoltre, è prevista anche la presenza di sensori speciali e praticamente invisibili nelle mensole del negozio. Questi sensori riconoscono il cambio di peso che avviene nella mensola ogni volta che qualcuno prende un prodotto e la telecamera presente identifica velocemente prodotto e costo.

Tutti i prodotti presi vengono, quindi, in maniera automatica registrati anche nell’app con la quale si può pagare la spesa alla fine. Quello che però gli ideatori ci tengono a dire è che non si tratta di un negozio senza personale e dotato solo di robot. È un supermercato in cui il personale è presente e invece di stare alla cassa si trova tra le corsie del supermercato pronto ad aiutare il cliente nella spesa. Una volta terminata la spesa il cliente può pagare gli acquisti tramite l’applicazione e uscire dai tornelli dove sono stati posizionati degli scanner come ulteriore controllo per evitare furti.

Altri supermercati senza casse in Italia e nel mondo

Dopo le consegne Amazon che avverranno con i droni d’ora in avanti anche la spesa si può fare senza cassieri presso i cosiddetti “smart supermarket”. In Italia il primo punto vendita senza casse “Prendi&Vai!” è stato inaugurato nel città di Verona. Questo sarà aperto dal lunedì alla domenica dalle 7.30 alle ore 22:00. Presto, però, verrà aperto anche una seconda sede di “Prendi&Vai!” a Trento, nella centralissima Piazza Santa Maria negli spazi che un tempo erano occupati da una banca.
In altri paesi al mondo, come il Brasile e il Portogallo, sono già presenti supermercati senza casse e con un format simile. In realtà i negozi fisici ma senza cassieri sono già stati introdotti da tempo da colossi come Amazon negli Stati Uniti e Tesco a Londra.