Vernice rossa sulla Scala dei Turchi: il danno è permanente?

La Scala dei Turchi, iconica scogliera di marna bianca ad Agrigento famosa in tutto il mondo, è stata imbrattata da ignoti con della vernice rossa

Hanno fatto il giro del mondo le immagini della Scala dei Turchi, iconica scogliera di marna bianca ad Agrigento, imbrattata con della vernice rossa da ignoti. La Procura di Agrigento ha immediatamente aperto un’inchiesta a carico di ignoti per danneggiamento di beni di valore paesaggistico e ora si lavora per capire se il danno procurato è permanente.

Cosa è successo alla Scala dei Turchi

A raccontare nel dettaglio cosa è successo alla Scala dei Turchi è l’associazione Mareamico, che già in passato si è battuta a più riprese per la salvaguardia di questo tesoro italiano. Su ‘Facebook’, l’associazione ha scritto: “Quello che è accaduto oggi (sabato 8 gennaio, ndr) è di una gravità inaudita: hanno sfregiato la marna della Scala dei Turchi! Qualcuno in nottata si è introdotto dentro il monumento naturale e con della polvere colorante ha macchiato la marna. Sono al lavoro gli impiegati comunali per cercare di pulire tutto. Nel frattempo i Carabinieri stanno acquisendo le immagini delle varie telecamere in zona, al fine di identificare il criminale che ha realizzato questo atto criminale!”.

Cosa è stato usato per imbrattare la Scala dei Turchi

Come riporta ‘Rainews’, la Soprintendenza ai Beni Culturali di Agrigento ha effettuato un sopralluogo alla Scala dei Turchi, candidata anche come patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e già in passato protagonista delle cronache per crolli e altre violazioni della legge. I tecnici hanno stabilito che per imbrattare la scogliera di marna bianca è stata utilizzata polvere di ossido di ferro, un materiale che, fortunatamente, dovrebbe essere eliminato facilmente.

Le onde del mare avevano già parzialmente ripulito la parte bassa della Scala dei Turchi, il resto lo ha fatto il lavoro dei volontari.

Scala dei Turchi imbrattata con vernice rossa: le reazioni politiche

La notizia del danno arrecato alla Scala dei Turchi ha scosso le istituzioni locali e non solo. Il sindaco di Realmonte Sabrina Lattuca lo ha definito “un atto vandalico vergognoso che offende i cittadini dell’intera Sicilia”. Queste le sue parole riportate da ‘Agrigentonotizie’: “Ringrazio il comandante della stazione dei carabinieri di Realmonte, il comandante della compagnia di Agrigento, la Soprintendenza, la Sta accorsi subito per individuare i responsabili e cercare una soluzione per rimuovere questa oltraggiosa ferita, inferta a una comunità intera. Mi auguro che i responsabili vengano individuati presto e puniti severamente. Noi abbiamo fatto della bellezza e del rispetto della legalità il nostro motto. Stamane i presenti hanno dato prova che fare squadra fa la differenza, tutti insieme per il bene di un territorio”.

Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha commentato così l’accaduto su ‘Facebook’: “La splendida scogliera di marna bianca della Scala dei Turchi, nell’Agrigentino, attrazione per visitatori di tutto il mondo, è stata vergognosamente deturpata. Condanniamo gli autori di tale gesto vigliacco, che costituisce oltraggio non solo a un bene paesaggistico di rara bellezza, ma anche all’immagine della nostra Isola. Mi auguro che la magistratura possa giungere velocemente all’identificazione dei responsabili. Il governo Musumeci, attraverso il Commissario di Governo contro il Dissesto Idrogeologico – Regione Siciliana e la Regione Siciliana – Dipartimento Regionale della Protezione Civile, è impegnato da qualche anno, assieme ad altre istituzioni, nella tutela e nella salvaguardia dell’integrità di questo meraviglioso angolo della Sicilia”.