Valle dei Templi, il gigante Telamone si alza in piedi

Nella Valle dei Templi di Agrigento si allestirà un cantiere per ricostruire e rimettere in piedi la statua del gigante Telamone davanti al Tempio di Zeus

 

Valle dei Templi, il gigante Telamone si alza in piedi

Il Telamone, il gigante di pietra dell’antica Akragas, è pronto ad alzarsi in piedi nella Valle dei Templi di Agrigento, il primo parco archeologico Covid free. La statua alta quasi 8 metri, adornava nel V secolo a.C. il Tempio di Zeus Olimpio, le cui rovine sono tra le principali attrazioni del parco.

Dopo studi decennali, entro il prossimo mese nella Valle dei templi di Agrigento sarà allestito un cantiere dove gli archeologi ricostruiranno una statua di Telamone che verrà innalzata come una sorta di guardiano del tempio.

Il cantiere sarà aperto per permettere a studiosi e visitatori di assistere all’operazione che darà nuova vita a una delle colossali statue greche rimaste fino ai giorni nostri. A lavoro completato, si riuscirà a mettere in piedi una struttura di almeno 12 metri di altezza.

Il Telamone che sarà oggetto di anastilosi (la tecnica di restauro con la quale si rimettono insieme i pezzi originali di una costruzione andata distrutta) non sarà la copia esposta nel Museo Archeologico Regionale di Agrigento, ma verrà ricostruito combinando blocchi originali conservati nell’area del tempio, scoperti già nel 1920. Si parla di oltre novanta frammenti che appartenevano ad almeno otto diversi Telamoni.

Una precisazione che arriva dal direttore del Parco archeologico della Valle dei Templi, Roberto Sciarratta, dopo le polemiche sull’operazione sollevate nei giorni scorsi.

Il progetto, che include anche la ricostruzione di una parte della trabeazione del tempio di Zeus Olimpio, prevede inoltre la musealizzazione dell’intera area templare.

Sulla base degli studi condotti con l’Istituto Archeolgico Germanico di Roma, nei cui pressi si è scoperta un’antica città senza scavi, sono stati recuperati i vari reperti che saranno esposti lungo il lato nord del tempio, dove una mostra contribuirà a far conoscere ai visitatori il simbolo della grandezza di Agrigento nel mondo greco. Il costo complessivo dell’operazione sarà di circa 500 mila euro.

I Telamoni sono le maestose statue alte 7,7 metri che sostenevano il grande Tempio di Zeus Olimpio, una delle costruzioni più imponenti dell’antichità, ospitata nella Valle dei Templi di Agrigento. L’edificio fu costruito nel 480 avanti Cristo per celebrare la vittoria degli Agrigentini contro i Cartaginesi.

La ricostruzione del Telamone rientra tra le numerose attrazioni della Valle dei Templi, che ogni anno attira migliaia di turisti anche grazie a iniziative particolari, come l’esperienza dell’alba vissuta tra miti e leggende.