Perché gli Uffizi vogliono lanciare una diffida contro Pornhub

Il Museo degli Uffizi di Firenze ha intenzione di presentare una diffida contro Pornhub, noto portale di intrattenimento per adulti: cosa è successo

Uffizi

Il Museo degli Uffizi di Firenze ha intenzione di presentare una diffida contro Pornhub, noto portale di intrattenimento per adulti. Il contenzioso riguarda l’utilizzo non autorizzato di alcune immagini di opere d’arte. Ma procediamo con ordine.

L’iniziativa di Pornhub

Pornhub ha deciso di lanciare “Classic nudes“, audio guida ai capolavori dell’arte erotica presenti in vari musei sparsi in tutto il mondo, dal Louvre e dal D’Orsay di Parigi al Prado di Madrid, dalla National Gallery di Londra al Met di New York, fino ad arrivare, appunto, anche al Museo degli Uffizi di Firenze.

La testimonial dello spot che promuove l’iniziativa di PornHub è Ilona Staller, in arte Cicciolina, che interpreta la Venere di Botticelli. Il video-lancio recita: “Alcuni dei migliori porno di tutti i tempi non sono su Pornhub, ma si possono trovare solo nei musei”.

La reazione degli Uffizi di Firenze

Il Museo degli Uffizi di Firenze non ha gradito l’iniziativa di Pornhub, dal momento che nessuno ha dato l’ok all’operazione. Ma c’è di più: come si legge sul sito di ‘La Repubblica’, è in preparazione una diffida contro il noto portale dedicato all’intrattenimento per adulti.

Il sito del quotidiano riporta anche un virgolettato proveniente dagli Uffizi: “È uno dei tanti casi di utilizzo a scopo commerciale delle nostre immagini senza alcuna autorizzazione. Noi ci muoviamo sempre allo stesso modo. C’è una legge precisa e vogliamo che venga rispettata”.

Già alcuni giorni fa il Museo degli Uffizi di Firenze aveva protestato contro l’utilizzo non autorizzato dell’immagine del David di Michelangelo da parte di Alia, la società locale della nettezza urbana, Il David di Michelangelo, in quell’occasione, era stato riprodotto con una pettorina gialla e una scopa rossa in mano.

Altri musei che, a loro insaputa, si sono visti inserire nell’iniziativa lanciata da Pornhub potrebbero presentare un’analoga diffida, sulla scia della reazione degli Uffizi di Firenze.

Gli Uffizi di Firenze e lo street food: l’altra polemica

Nei giorni scorsi, il Museo degli Uffizi di Firenze era già finito al centro di una polemica, riguardante lo street food: il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, ha infatti proposto di introdurre una nuova tassa per i locali di street food, che non hanno gradito l’idea.