Torino è stata scelta per testare la guida autonoma

A Torino si testano le automobili a guida autonoma a seguito del progetto ministeriale Smart Road, è la prima città in Italia

Torino automobili guida autonoma

Automobili a guida autonoma in Italia, più precisamente a Torino.

No, non si tratta di un film ambientato in un futuro vicino, ma di un progetto che dovrebbe prendere il via nel corso del mese di settembre.

Ma cosa sono le drivless car, o automobili a guida autonoma? Per semplificare si tratta di veicoli automatici capaci di comportarsi come una macchina tradizionale, ma rilevando l’ambiente e la navigazione senza che sia necessario il supporto umano. Per capire l’ambiente circostante fanno uso di tecnologia come radar, lidar o Gps (per citarne qualcuna) che decidono quale percorso intraprendere sapendo se ci sono ostacoli oppure qual è la segnaletica circostante.

Da settembre Torino sarà, quindi, l’unica città in Italia che ha dato il via all’introduzione di questi mezzi. Un test che è stato reso possibile anche grazie alla recente normativa che ha reso possibile la sperimentazione su strada di questa tipologia di veicoli.  Fra le differenze con altri Stati dove è già presente, come la California, in Italia ci sarà l’obbligo di un tecnico che prenda in mano la situazione in caso di bisogno.

La zona dove si aggireranno queste vetture copre da Mirafiori Sud a corso Regina Margherita, senza escludere San Salvario, Santa Rita, toccando il centro della città della Mole Antonelliana e San Donato: un percorso che vuole fare da collegamento fra quella che viene definita la Città della Salute e le stazioni ferroviarie cittadine. Ma fino al nulla osta finale potrebbe subire qualche ritocco.

Infatti il tracciato individuato dovrà ottenere il benestare del Ministero per le Infrastrutture Danilo Toninelli e a quel punto le case costruttrici che porteranno i mezzi nella città con la casa più stretta del mondo.

La sperimentazione di auto a guida autonoma si inserisce in un contesto più ampio che è stato presentato dall’assessore all’innovazione Paola Pisano dal titolo “Torino City Lab” che oltre alla guida senza conducente, prevede tanti altri progetti. Va anche ricordato che Torino è la prima città ad avere un’antenna 5G in Italia.

Il test è stato reso possibile grazie al protocollo d’intesa sottoscritto dall’amministrazione cittadina e 16 partner che fanno parte del già citato progetto ministeriale Smart Road.  Progetto che ha preso il via con l’autorizzazione ai test sulle drivless car del precedente ministro Graziano Delrio.

Pubblica un commento