Torino, incentivi per chi si sposta con la bicicletta

È un doppio progetto quello che sta portando avanti la Giunta che da una parte premia chi utilizza le biciclette, dall'altra incentiva i mezzi pubblici e chi ha rottamato l'auto

torino bici mobilità sostenibile

La mobilità sostenibile è la  strada da percorrere: sono infatti sempre di più le amministrazioni locali (e non solo) a proporre incentivi per chi decide di muoversi con un mezzo a due ruote.

L’ultima in ordine di tempo a stilare un progetto è stata quella torinese che presto lo presenterà al Ministero dell’Ambiente.  Nel dettaglio il Comune ha intenzione di offrire premi ai cittadini che scelgono di spostare principalmente in bicicletta.

Di pari passo si sviluppa il servizio MaaS, ovvero Mobility as a Service (Mobilità come servizio)  che permetterà a un gruppo di torinesi di avere a disposizione per un anno dei buoni mobilità che potranno essere utilizzati per spostarsi con mezzi a basso impatto ambientale, sostenibili e in condivisione.

Il progetto è stato approvato dalla Giunta su proposta dell’assessora alla mobilità Maria Lapietra. Prossimo step sarà la presentazione al Ministero dell’ambiente.

Come scrive la sindaca Chiara Appendino su Facebook: “Verranno reclutati attraverso un bando che terrà conto del coefficiente Isee di chi si candiderà e privilegerà coloro che hanno deciso di rottamare la propria auto senza sostituirla con una nuova o che vivono in zone dove sono in programma politiche per disincentivare l’utilizzo del mezzo privato”.

“Con l’approvazione di questa delibera facciamo un altro passo in avanti nella promozione di un approccio alla mobilità nuovo che favorisca un maggiore utilizzo del trasporto pubblico e in sharing e faciliti gli spostamenti delle persone – spiega l’assessora Maria Lapietra – . L’obiettivo – prosegue – è di rendere superflua l’auto privata, abbattendo la congestione del traffico e i livelli di inquinamento acustico e atmosferico”.

Se da una parte quindi si punta all’implementazione di una piattaforma tecnologica che integri le diverse possibilità permettendo così di pianificare e prenotare, dall’altra l’amministrazione si sta muovendo per incentivare chi utilizza la bicicletta. Queste persone potrebbero avere una applicazione sullo smartphone con il compito di monitorare le distanze giornaliere. In base alle cifre avranno il mese successivo dei buoni da spendere su altri mezzi di trasporto.

Ma Torino non è l’unica  città italiana a sostenere questo tipo di iniziative, basti pensare a Bari dove per i cittadini sono stati proposti aiuti per l’acquisto delle biciclette e rimborsi economici.

Pubblica un commento