Sauvignon: Italia bronzo nel concorso mondiale

Il nostro Paese si è piazzato in terza posizione, preceduto solo da Francia e Austria, nel concorso mondiale del Sauvignon

sauvignon campionato mondiale

Incoronati i migliori Sauvignon del mondo, per l’Italia medaglia di bronzo.  Il 10° “Concours Mondial du Sauvignon” si è svolto nella città di Udine e ha visto il confronto tra un totale di 1.010 vini, provenienti da 26 paesi, che sono stati giudicati alla cieca da una giuria di 73 esperti internazionali provenienti da 18 paesi.

In tutto, sono state assegnate 122 Medaglie d’Oro e 180 Medaglie d’Argento a Sauvignon provenienti da Francia, Austria, Italia, Nuova Zelanda, Sud Africa, Spagna, Cile, Bulgaria, Germania, Stati Uniti, Slovenia, Slovacchia, Romania, Svizzera, Repubblica Ceca, Turchia, Grecia e Argentina.

La classifica che emerge vede la Francia guidare la categoria con ben 157 medaglie, medaglia d’argento per l’Austria che ottiene e il secondo posto con 45 premi. L’Italia si è aggiudicata 35 medaglie. Dato interessante l’aumento del 66 per cento se si guardano ai risultati dello scorso anno. A brillare i Sauvignon provenienti dalla regione del Friuli Venezia Giulia che si è portato a casa 26 riconoscimenti, ovvero circa i due terzi delle medaglie. Di queste 12 d’oro e 14 d’argento.

La giuria ha anche assegnato sei premi speciali, tra questi solo uno è italiano ed è andato a Cantina Pitars, 2018 Sauvignon Braida Santa Cecilia, Friuli DOC, Italia come Rivelazione Sauvignon 2019 Italia.  Si tratta di trofei Rivelazione che sono stati assegnati a sei vini che hanno ottenuto il più alto punteggio, distinguendosi per l’eccellenza del Sauvignon bianco nelle diverse categorie.

Il concorso, come viene spiegato sul sito internet ufficiale,  è nato per promuovere le produzioni di buona qualità, incoraggiare e mostrare le varie  caratteristiche di questo vitigno. Il Sauvignon è una delle tipologie di vitigno tra le più conosciute e apprezzate.

“I risultati di questa 10ª edizione del Concorso Mondiale del Sauvignon ci riempiono di soddisfazione e dimostrano, ancora una volta, la qualità dei nostri vini –  ha commentato Stefano Zanier, assessore regionale per le risorse agroalimentari, forestali e ittiche -. Le 35 medaglie che l’Italia si è aggiudicata, con un incremento del 60 per cento rispetto alla scorsa edizione, di cui ben 26 al Friuli Venezia Giulia, sono motivo di orgoglio così come lo è sapere che il trofeo Rivelazione Sauvignon italiano è stato conferito a un’azienda vinicola del nostro territorio. Si tratta di risultati che confermano la capacità dei nostri produttori e danno lustro all’intera regione”.