Il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci diventa un musical

Il quadro più costoso al mondo, il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci, diventa un musical di Broadway: pronto lo script firmato da Deborah Grace Winter

Salvator Mundi

Il Salvator Mundi di Lenoardo da Vinci, il quadro più costoso al mondo, diventa un musical di Broadway.

Scomparso dopo l’asta record del 15 novembre 2017, quando a New York venne battuto da Christie’s alla cifra di 450,3 milioni di dollari, il quadro riapparirà sul palco per uno spettacolo musicale in programma per il 2022.

Il copione è stato scritto da Deborah Grace Winter: nei piani dell’autrice, il musical dedicato al Salvator Mundi di Leonardo da Vinci metterà in scena un genere tutto nuovo che parla del mercato dell’arte e delle sue contraddizioni, a metà strada tra l’inchiesta giornalistica e La Fabbrica di cioccolato di Willy Wonka.

La trama del musical dovrebbe raccontare l’origine, fantomatica e non documentata, del Salvator Mundi. La sua gestazione, ancora oggi, è avvolta dai dubbio: fu il re di Francia a commissionato al Genio? E successivamente è appartenuto alla corona inglese? Misteri irrisolti, come l’improvvisa scoperta del quadro avvenuta nel 2005.

Il Salvator Mundi è un dipinto a olio su tavola che raffigura Gesù Cristo mentre leva la mano destra per benedire, tenendo nella sinistra una sfera che rappresenta il simbolo del potere universale. La sfera, che non riflette né rifrange la luce, è stata avvolta da un mistero poi risolto da un team di ricercatori dell’università della California, i quali hanno scoperto che in realtà l’oggetto non è solido ma cavo.

L’opera venne venduta in una casa d’aste di New Orleans per soli 1175 dollari. Dopo essere stata esposta alla National Gallery di Londra, la quotazione salì a 127,5 milioni di dollari: tanto il magnate russo Dmitrij Rybolovlev sborsò per acquistarlo dal mercante Yves Bouvier.

Il quadro fu poi protagonista di un tour internazionale che fece salire ulteriormente la sua quotazione, arrivando alla cifra record di 450,3 milioni di dollari che ha permesso al principe ereditario saudita Mohammed bin Salman di impossessarsi della tavola di noce cinquecentesca.

Da lì in poi, nonostante l’annuncio di una mostra al Louvre di Abu Dhabi, il dipinto non è stato più esposto. In attesa di sapere quando e come poterlo ammirare di nuovo, negli Stati Uniti preparano “Salvator Mundi!”, il musical dedicato all’opera di Leonardo da Vinci.

A produrlo sarà la Caiola Productions, nota casa di produzione che ha già firmato “Dear Evan Hansen”, spettacolo premiato con il Tony Awards nel 2017. Il musical dedicato al Salvato Mundi di Leonardo da Vinci approderà sul palcoscenico di Broadway, a New York, nel 2022.

Un anno prima, invece, è programmata l’uscita della serie tv “Leonardo” con alcune scene che la coproduzione internazionale targata Rai, France Televisiòn e la tedesca RTVE sta già girando nella suggestiva Villa d’Este.