Reggio Emilia intitolerà una piazza a Kobe Bryant

Il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi ha annunciato l'iniziativa pensata dalla città per onorare la memoria di Kobe Bryant

Reggio Emilia intitolerà una piazza a Kobe Bryant

Il mondo dello sport, e non solo, è in lutto per la tragica morte di Kobe Bryant. La leggenda del basket è rimasta vittima domenica 26 gennaio di un incidente in elicottero a Calabasas, in California, in cui hanno perso la vita anche la figlia tredicenne Gianna Maria (detta Gigi) e altre sette persone.

La notizia ha sconvolto tutti anche in Italia. Kobe Bryant, del resto, era unito da un profondo legame con il nostro Paese: l’ex cestista, infatti, ha vissuto in Italia dai 6 ai 13 anni, spostandosi di città in città per seguire la carriera del padre, anche lui giocatore di basket. Tra le varie tappe italiane di Kobe Bryant, ci sono Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia.

Proprio la città di Reggio Emilia ha deciso di intitolare una piazza a Kobe Bryant. L’annuncio è arrivato direttamente dal sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

Questo il lungo post del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi: “Reggio Emilia intitolerà a Kobe Bryant la nuova piazzetta che si affaccia su via Guasco. Kobe era uno di noi: qui, e nei campetti della città, improvvisava delle sfide con atleti più grandi di lui, con i compagni di scuola. Mentre il papà spopolava in prima squadra Kobe è cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana. Il suo sorriso, il suo amore per il basket ci sono entrati dentro e un po’ di Reggio Emilia era entrata per sempre in lui, come ci aveva raccontato qualche anno fa tornando nella nostra città, che lui chiamava ‘casa’, per ragionare dei suoi progetti futuri, appena terminata la carriera professionistica in Nba. Riposa in pace Kobe, Reggio Emilia non ti dimenticherà”.

Kobe Bryant, che parlava molto bene italiano, non ha mai fatto mistero del suo passato trascorso nel nostro Paese. La leggenda del basket era anche un grande appassionato di calcio e tifava per una squadra italiana: il Milan. Nel 2013 Kobe Bryant era stato ospite proprio del Milan nel centro sportivo di Milanello, dove aveva confessato di conservare una maglietta e una sciarpa del Milan nel suo spogliatoio a Los Angeles.