In Italia ci sono oltre 300mila "paperoni": il patrimonio è super

Sono 300mila i paperoni in Italia con un patrimonio investibile di oltre un milione di dollari legato al settore immobiliare, alle criptovalute e non solo

300.000 i paperoni in Italia

Un report di Capgemini ha identificato e mappato la ricchezza focalizzandosi su chi ha un patrimonio investibile di oltre 1 milione di dollari: secondo gli studi anche in Italia sono presenti numerosi “paperoni”. Le statistiche hanno rivelato 300.000 paperoni in Italia con un patrimonio super che supera il milione di dollari investibile ma si tratta di una percentuale bassa confrontandola con il resto del mondo.

I “paperoni” in Italia con un patrimonio super

Si raggiunge la quota di 300 mila individui con patrimonio investibile di un milione di dollari in Italia, registrando una crescita del 9,2% rispetto al 2019. La percentuale è sicuramente più alta rispetto alla crescita globale dove si registra un +6,3%. Secondo lo studio pubblicato da Capgemini il boom dell’immobiliare influenzato dall’anno di pandemia ha reso i “paperoni” italiani ancora più ricchi. Osservando il patrimonio degli HNWI di tutto il mondo la crescita registrata è del 7,6% contro il 2,3% in Italia.

Gli investimenti in crescita

La pandemia ha arricchito i miliardari italiani e di tutto il mondo aumentando il patrimonio investibile di molti di loro che hanno saputo investire nei giusti settori; secondo i dati riportati la crescita è sicuramente stata influenzata dai mercati azionari in crescita e se per l’estero ci sono stati stimoli governativi, in Italia a dare la crescita è stato il mercato immobiliare.

La pandemia ha cambiato il modo di vivere la casa e così sono stati tanti gli italiani che sono andati alla ricerca di case più grandi e con giardino, facendo registrare al settore un aumento del 5,2%. Nel 2020, secondo quanto pubblicato dal report di Capgemini, il segmento ultra-HNWI che supera il patrimonio investibile di 30milioni di dollari ha guidato la crescita della ricchezza con tassi del 9,6% mentre gli altri paesi hanno registrato tra i 6 e l’8%. Non solo mercato immobiliare però: secondo le ultime ricerche di grande interesse è anche il mercato della sostenibilità che raggiunge percentuali davvero interessanti, così come il mondo delle criptovalute sempre più in crescita. La gestione patrimoniale, basata sulle relazioni, è in continuo movimento e viene influenzata dalle scoperte tecnologiche, dai cambiamenti della società e dalla democratizzazione della gestione degli investimenti.