Questo sito contribuisce all’audience di


Il panino d'oro di Carlo Cracco è un caso: la nuova polemica

Il panino d'oro di chef Carlo Cracco, omaggio al grande maestro Gualtiero Marchesi, è diventato un caso, scatenando diverse polemiche sui social

Carlo Cracco ha ideato una nuova ricetta che ha scatenato le reazioni più disparate sul web: si tratta di un panino d’oro, un omaggio al risotto oro e zafferano di Gualtiero Marchesi, il suo grande maestro.

Il panino d’oro di Carlo Cracco

Lo chef ha pubblicato l’immagine del panino dorato su Instagram, correlata dal seguente post: “Panino allo zafferano Oro Rosso, caviale di senape e oro. Questa è la mia proposta food abbinata a un cocktail speciale”. Il panino è stato realizzato da Cracco in occasione dell’Aperitivo Festival, manifestazione andata in scena a Milano dal 26 al 28 maggio per celebrare l’aperitivo, uno dei riti preferiti dagli italiani.

Il panino d’oro di Carlo Cracco è un chiaro omaggio a una delle ricette del maestro Gualtiero Marchesi, il risotto oro e zafferano. La ricetta nacque negli anni Ottanta quasi per caso, quando un cliente chiese allo chef di realizzare un piatto che prevedeva l’uso di foglie d’oro 24 carati per le decorazioni.

Marchesi raccolse la sfida ideando un piatto passato alla storia, adagiando una foglia d’oro su un risotto allo zafferano già presente nel menu del suo ristorante. Il piatto divenne poi popolare nel 1985 quando il fotografo di food Riccardo Marcialis contattò Gualtiero Marchesi per un servizio sul giallo e sull’oro nel mondo della cucina: lo chef preparò il risotto che entrò di diritto nella storia della cucina italiana, entrando a far parte in maniera stabile della carta del suo ristorante.

Cracco, le polemiche per il panino d’oro

L’omaggio di Carlo Cracco a Gualtiero Marchesi, realizzato per l’Aperitivo Festival di Milano, ha scatenato il popolo del web, sempre molto attivo di fronte a ricette non convenzionali. La foto del panino d’oro ha ricevuto una vera e propria pioggia di commenti, molti dei quali polemici per l’utilizzo di un materiale prezioso come l’oro.

Non è la prima volta che il noto chef finisce al centro di una polemica: una delle più recenti riguarda il caso del tagliere by Cracco sul Frecciarossa. In quell’occasione un viaggiatore del Frecciarossa si era lamentato di un piatto firmato Cracco servito sul treno, perché a detta sua non sembrava una pietanza di uno chef stellato.

Cracco ha risposto al viaggiatore, spiegando che lui di solito firma e prepara solo un piatto all’interno del menu, in genere un primo di riso o pasta, mentre il tagliere fa parte di un paniere di offerte che non può mancare all’interno di un treno. Per concludere, Cracco ha specificato che il suo piatto “è uno solo e non è il tagliere”.

Inserito nella classifica dei Top 10 Chef Influencer italiani insieme a colleghi del calibro di Alessandro Borghese, Bruno Barbieri, Giorgio Locatelli, Antonino Cannavacciuolo e Massimo Bottura, Carlo Cracco è considerato uno dei più grandi chef italiani della sua generazione.

Nel corso della sua carriera ha conquistato anche una grande notorietà a livello televisivo grazie alla partecipazione a programmi culinari come Masterchef Italia e Hell’s Kitchen. Premiato con 5 stelle della Guida Michelin, Cracco ha inaugurato nel 2018 il suo locale in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, mentre nel 2023 ha collaborato insieme a Fabio Fazio alla realizzazione di speciali uova di Pasqua.