Questo sito contribuisce all’audience di


Pavel Nedved fa affari sul Lago Maggiore: il maxi investimento

Pavel Nedved ha acquistato un terreno sul Lago Maggiore assieme alla compagna Dara Rolins: tutti i dettagli dell'affare del dirigente della Juventus

Nedved

Pavel Nedved, ex calciatore e attuale dirigente della Juventus, dove ricopre il ruolo di vicepresidente, ha acquistato assieme alla compagna Dara Rolins un terreno edificabile sul Lago Maggiore, più precisamente a Leggiuno (in provincia di Varese).

Nedved e l’investimento sul Lago Maggiore: i dettagli dell’affare

A riportare la notizia dell’investimento dell’ex calciatore Pavel Nedved e della cantante Dara Rolins è il ‘Corriere della Sera’, che ne svela i dettagli: la coppia ha acquistato in parti uguali per quasi un milione di euro un pezzo di terra edificabile sul Lago Maggiore (per il catasto, in realtà, si tratta di 5 piccoli appezzamenti contigui), a Leggiuno, in provincia di Varese, sulla sponda lombarda.

Il terreno è stato pagato da Pavel Nedved e Dara Rolins 440 euro al metro quadro. L’area, di 1.970 mq, potrebbe essere destinata a un’operazione di sviluppo immobiliare oppure essere la base per costruire una villa, il “buen retiro” della coppia affacciato sul Lago Maggiore.

Chi è Pavel Nedved: la carriera da calciatore e dirigente

Il nome di Pavel Nedved non suonerà certamente nuovo agli appassionati italiani di calcio (e sport in generale). L’ex centrocampista ceco classe 1972, infatti, ha giocato in Serie A per gran parte della sua carriera, iniziata in patria, in Repubblica Ceca, nelle fila del Dukla Praga e poi dello Sparta Praga.

Risale al 1996 il suo trasferimento in Italia: la Lazio lo ha acquistato per quasi 10 miliardi di vecchie lire al termine del Campionato Europeo che lo aveva visto finalista con la sua nazionale. Nei suoi 5 anni biancocelesti, il centrocampista è entrato nel cuore dei tifosi ed è riuscito a conquistare diversi titoli nazionali e internazionali: tra questi è possibile citare uno Scudetto (nella stagione 1999-2000), due Coppa Italia (1997-1998 e 1999-2000) 2 Supercoppa italiana (1998 e 2000), una Coppa delle Coppe (1998-1999) e una Supercoppa europea (1999).

Nel 2001, Pavel Nedved ha poi deciso di lasciare la Lazio, trasferendosi alla Juventus (il suo cartellino è stato acquistato dalla società bianconera per 75 miliardi di lire). Tanti i trofei conquistati anche con la maglia della Juve: altri 3 Scudetti (di cui uno revocato), un Campionato di Serie B, altre 2 Supercoppa italiana. Agli anni bianconeri risale anche la maggiore soddisfazione personale per Pavel Nedved: nel 2003, al calciatore ceco è stato infatti assegnato il Pallone d’Oro.

La sua ultima partita in Italia è datata 31 maggio 2009 (due settimane prima aveva toccato quota 500 presenze da professionista): avversaria di giornata, curiosamente, è stata la Lazio, cioè proprio la squadra che lo aveva lanciato nel calcio italiano.

Il suo debutto da dirigente della Juventus risale al 2010, quando è diventato uno degli undici componenti del board della società bianconera. Il 23 ottobre del 2015 è stato poi eletto vicepresidente della Juve.

Come se non bastasse, il forte legame tra Pavel Nedved e la Juventus è certificato da un ulteriore aspetto: all’ex calciatore ceco, oggi dirigente bianconero, è stata dedicata una delle Stelle dorate del “Cammino delle Stelle” allo Juventus Stadium, la “casa” della Juve a Torino. Il suo nome, quindi, è per sempre legato alla Juventus e alla città di Torino. Nel futuro di Pavel Nedved, però, c’è anche il Lago Maggiore.