Mont'e Prama, Mibact verso l'acquisizione della Terra dei Giganti

Sono state avviate dal Mibact le procedure per acquisire la "Terra dei Giganti", ovvero un sito archeologico che custodisce sculture antiche tremila anni

Mont'e Prama

Mont’e Prama è un sito archeologico che si trova a Cabras, un comune in provincia di Oristano dove sono state rinvenute sculture che hanno più di tremila anni di storia. Ora in questa zona si vuole creare un polo archeologico  internazionale dove sarà possibile condurre studi su queste scoperte.

Mibact, al via l’ acquisizione dell’area Mont’e Prama

La “Terra dei Giganti” è un’area che si trova nel Comune di Cabras (Oristano), dove sono state rinvenute diverse statue di Giganti, nominate i “Giganti di Mont’e Prama”. Queste opere hanno più di tremila anni e sono considerate le sculture più antiche dell’area mediterranea. Il Comune sardo ha comunicato che è finalmente cominciata la procedura per l’esproprio di questi terreni, che saranno trasformati in un centro internazionale per gli studi storico-archeologici.

A seguito di scavi e al ritrovamento di numerosi reperti, nel 2015 quest’area era stata dichiarata dalla Commissione Regionale per il Patrimonio Culturale della Sardegna “zona di importante interesse archeologico”. La regione aveva poi stanziato nel 2018 due finanziamenti con il fine non solo di portare avanti gli scavi e di mettere in sicurezza il sito, ma anche di valorizzarlo.

Ora il Ministero dei Beni culturali (Mibact) ha finalmente avviato tutti i procedimenti d’obbligo per poter avviare l’acquisizione di circa una decina di ettari e proseguire, poi, con l’attività archeologica. Si pensa, infatti, che sotto le colline del Sinis ci sia ancora molto da scoprire e si vuole, quindi, procedere anche altre campagne di scavo.

Da quando sono state rinvenute queste scoperte le visite turistiche a Cabras sono aumentate in maniera esponenziale e per questo si prevede di costruire nella zona un sito archeologico aperto alle visite guidate, alle attività culturali e agli studi di ricerca.

I Giganti di Mont’e Prama

I Giganti di Mont’e Prama sono statue nuragiche a tutto tondo rinvenute nel 1974 in un terreno in località Mont’e Prama nel Sinis di Cabras. Quest’area si trova nella zona centro-occidentale della Sardegna dove con il tempo sono emersi numerosi reperti connessi ad una necropoli. Molti frammenti ritrovati ritraggono statue antropomorfe di arcieri, guerrieri e pugili, modelli di nuraghe e altre sculture.

Purtroppo i Giganti di Mont’e Prama sono stati oggetto qualche mese fa di una polemica tra il comune di Cabras e Cagliari, nota come “la guerra dei Giganti”. La cittadina in provincia di Oristano si era, infatti, opposta al trasferimento delle opere a Cagliari, dove si voleva spostarle per restaurarle.

Le statue hanno un altezza che varia tra i 1,85 e i 2,5 metri e sono state create in pietra calcarea tenera di colore chiaro. Oltre alle statue è stato possibile rinvenire numerosi “betili del tipo oragiana”, ovvero sculture astratte in pietra che solitamente venivano utilizzate nelle sepolture dell’età nuragica.