Tra le prime 10 giovani università al mondo una è italiana

C'è anche un'unica università italiana nella classifica delle 10 migliori giovani università al mondo stilata dal periodico britannico THE

Scuola Superiore Sant’Anna

C’è anche un’università italiana nella classifica delle prime 10 giovani università al mondo diffusa dal periodico britannico Times Higher Education (THE). La Scuola Superiore Sant’Anna, infatti, appare per il sesto anno consecutivo tra le prime posizioni della classifica “Young University Rankings 2021”.

La Scuola Superiore Sant’Anna tra le migliori 10 giovani università

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa rientra anche quest’anno nella Top 10 delle migliori giovani università al mondo. L’ateneo che è stato fondato nel 1987 si è aggiudicato il settimo posto nella classifica globale risultando anche come la terza Università in Europa e la prima in Italia.

Per compilare questa classifica, THE ha analizzato più di 1500 università situate in 93 nazioni. Tra i parametri valutati rientrano la formazione, il trasferimento tecnologico, la ricerca (ovvero il numero e la rilevanza delle pubblicazioni e il numero di citazioni), la percentuale di studenti internazionali e la reputazione. È in particolare sui progetti di ricerca che la Scuola Sant’Anna di Pisa si è contraddistinta, dato che è riuscita ad aggiudicarsi importanti bandi sia nazionali che internazionali.

La classifica delle migliori giovani università al mondo

La classifica delle migliori giovani università al mondo giudica gli atenei che hanno meno di cinquant’anni di storia. Al primo posto si trova Nanyang Technological University di Singapore, al secondo la francese Paris Sciences et Lettres e al terzo l’Hong Kong University of Science and Technology. Al quarto posto c’è la sud-coreana KAIST, seguita dalla City University di Hong Kong. Al sesto posto c’è la Maastricht University (Olanda) mentre al settimo l’italiana Scuola Superiore Sant’Anna. Chiudono la classifica della Top 10 la POSTECH (Sud Corea), l’University of Technology Sydney (Australia) e l’UNIST (Sud Corea).

Le altre italiane in classifica

C’è da sottolineare che in Italia negli ultimi anni numerosi istituti di formazione si sono contraddistinti in diverse classifiche di carattere internazionale per il loro alto livello. Ad esempio il Master of Science in Finance della Bocconi è risultato tra i migliori master in finanza al mondo. Per questo non stupisce che nella classifica stilata dal periodico THE ci siano anche numerosi altri atenei italiani nelle prime 100 posizioni.

In particolare l’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano si è posizionata al 30° posto mentre Roma Tor Vergata al 68°. L’Università di Milano Bicocca si colloca 74°, Verona 93° mentre Brescia 96°.