La "Luna incoronata" su Pieve di Cadore premiata dalla NASA

La Luna "incoronata" che è apparsa nel cielo della cittadina bellunese di Pieve di Cadore è stata è stata selezionata dalla NASA come foto del giorno

foto Luna incoronata su Pieve di Cadore

Lo scatto realizzato il 17 dicembre scorso dalla fotografa italiana Alessandra Masi è stata selezionata dalla NASA come foto astronomica del giorno. La foto ritrae la cosiddetta “luna incoronata“, un effetto molto particolare che può crearsi quando la luna è velata da un leggero strato di nubi.

La foto della “Luna incoronata” su Pieve di Cadore

L’immagine della “luna incoronata” ripresa sopra i cieli della cittadina di Pieve di Cadore, è stata premiata dalla NASA come foto astronomica del giorno o Astronomy Picture of the Day (Apod). Si tratta del primo scatto astronomico italiano selezionato dalla Nasa nel 2021. Nel 2020 questo riconoscimento è stato assegnato a sei fotografi italiani.

La foto immortala un paesaggio quasi fiabesco con luna che sembra colorata e si trova affiancata da Giove e Saturno ben distinguibili nel cielo scuro che caratterizza la notte della cittadina di Pieve di Cadore, un paese incorniciato dalle Dolomiti.

L’effetto della “corona lunare” è un fenomeno che si vede facilmente anche a occhio nudo e può manifestarsi quando il cielo è coperto da un sottile strato nuvoloso. Grazie al meccanismo di diffrazione della luce che si crea attorno alle gocce d’acqua presenti nelle nuvole, la luna può sembrare circondata da una speciale corona e assumere colori particolari.

Alla scoperta di Pieve di Cadore

Situata su un colle a 878 metri d’altitudine, Pieve di Cadore è un comune della provincia di Belluno considerato capoluogo storico del Cadore. Ritenuta la porta d’accesso naturale alle Dolomiti Bellunesi, Pieve di Cadore è un vivace cittadina che si contraddistingue per le ricchezze artistiche, storiche e naturali

Numerosi sono gli edifici storici che si trovano nel centro storico del paese, come la casa natale del pittore Tiziano Vecellio, che è stata dichiarata monumento nazionale, e la chiesa di S. Maria Nascente, che conserva alcune opere del famoso pittore.

Il Palazzo della Magnifica Comunità del Cadore, un edificio risalente al Quattrocento, ospita la sede di un’istituzione che tutela e salvaguarda l’identità e la cultura locale.

Da non dimenticare le bellezze naturalistiche della città. Numerose le escursioni e le passeggiate, adatte a tutti i livelli di difficoltà che si snodano tra i boschi delle Dolomiti, che sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

La città, inoltre, è la meta perfetta per tutti gli amanti dello sci, dello snowboard e di tutti gli sport invernali grazie al comprensorio sciistico di San Vito.