I tesori della Lomellina vicino a Milano

In questa regione, a due passi dalle province di Milano e Pavia, si alternano castelli, risaie e splendidi paesaggi bucolici

Lomellina

Una terra poco distante dalle province di Milano e Pavia, in cui godere un weekend tra arte e bellissimi paesaggi: la Lomellina potrebbe regalarvi autentiche sorprese.

In Lomellina si alternano pittoreschi borghi, bellissimi campanili, antichi manieri e campi colorati. Tutti disseminati lungo un percorso attraversato anche dal genio di Leonardo Da Vinci. Se avete intenzione di concedervi qualche giorno in questa regione, il vostro percorso deve iniziare da Vigevano. Considerata il cuore pulsante della Lomellina, questa piccola città visse il suo massimo splendore tra il 1492 e il 1494, quando fu realizzata la splendida Piazza Ducale voluta da Ludovico il Moro come atrio d’accesso al castello.

All’interno del complesso castellano sono presenti anche diversi musei, tra cui tra cui il Museo Internazionale della Calzatura: proprio a Vigevano, infatti, fu inventato nel corso dell’Ottocento il tacco a spillo. Il Museo Leonardiana, invece, ricorda il passaggio di Leonardo alla corte di Ludovico il Moro. Dalla Torre del Bramante, infine, potete godere della miglior visuale della Lomellina.

Poco distante, al confine con il Piemonte, si trova Gravellona Lomellina, un vero e proprio borgo d’arte. Il centro di questo paese, infatti, si differenzia per l’alta concentrazione di buffe installazioni, murales, colorati lavatoi ed uno strano monumento alla zanzara. Tappa obbligatoria per gli amanti della buona tavola è invece Mortara, celebre in tutto il mondo per il suo ottimo salame d’oca. Qui vicino potrete visitare l’abbazia di Sant’Albino, tappa molto nota nel Medioevo per i pellegrini sulla Via Francigena.

Inoltrandovi ancora di più nelle risaie arriverete a Lomello, città che ha dato il nome all’intera regione. Qui potrete visitare la Basilica di Santa Maria Maggiore, dove probabilmente venne celebrato il matrimonio tra la regina longobarda Teodolinda e il re Agilulfo. Proseguendo verso Sartirana Lomellina vi imbatterete invece nel Castello Visconteo, eretto alla fine del XIV secolo e caratterizzato da un’imponente torre cilindrica disegnata da Ridolfo Fioravanti.

Se amate i paesaggi e la natura programmate un viaggio verso la Lomellina nei mesi primaverili: in questo periodo dell’anno, infatti, le risaie sono allagate, e conferiscono un aspetto ancor più suggestivo al paesaggio.Cascine, castelli e campanili riflessi nelle acque sono qualcosa che difficilmente dimenticherete.