L'Istituto Europeo di Oncologia voluto da Umberto Veronesi

Umberto Veronesi, oncologo di fama mondiale, ha lasciato una grande eredità: l'Istituto Europeo di Oncologia (IEO), inaugurato a Milano nel maggio 1994.

L'Istituto Europeo di Oncologia voluto da Umberto Veronesi

Umberto Veronesi si è spento nella sua abitazione milanese all’età di 90 anni, ma la sua lotta contro il cancro continua grazie all’Istituto Europeo di Oncologia (IEO).

Nato da un’idea di Umberto Veronesi, che vi ha ricoperto il ruolo di direttore scientifico emerito dal 1976 al 1994, l’Istituto Europeo di Oncologia si è distinto negli anni per  l’eccellenza nel campo della prevenzione, della diagnosi e della cura dei tumori, puntando sullo sviluppo della ricerca clinico-scientifica, sull’innovazione organizzativa e gestionale, sulla qualità dell’assistenza e sullo sviluppo della ricerca sperimentale.

Una delle strategie su cui ha puntato in questi anni l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano è quella di occuparsi della malattia anche quando non c’è ancora. “Oggi i tumori ci fanno meno paura, anche i più “cattivi”, i cosiddetti big killer, ovvero quelli che da soli rappresentano oltre il 40 per cento della casistica mondiale, i tumori del polmone, del seno, dell’intestino e della prostata”, aveva dichiarato tempo fa Umberto Veronesi.

I tre step fondamentali, promossi dall’istituto milanese, sono: prevenzione, diagnosi  e cura. Uno dei traguardi raggiunti dallo IEO è stato il “day surgery” ossia la chirurgia in un giorno solo. “Le donne con un tumore piccolo e nelle condizioni adatte possono venire ricoverate la mattina, entrare in sala operatoria, avere la rimozione del tumore e la radioterapia intraoperatoria, poi tornare a casa dopo qualche ora in osservazione”, ha spiegato Alberto Luini, direttore della Senologia IEO.

L’attività del Day Surgery allo IEO ha registrato cifre da record, con una crescita costante che ha permesso di raggiungere una media di quasi 5.000 interventi all’anno.
A rendere eccellente il “day surgery” è la presenza di un team dedicato, con medici, infermieri, segretarie e psiconcologi.  L’Istituto Europeo di Oncologia ha raggiunto grandi risultati anche nella radioterapia, grazie a protocolli sperimentali “che vedranno ridurre a meno di due settimane i trattamenti per la mammella, a una settimana quelli per la prostata, a un giorno quelli su piccole lesioni polmonari”, ha dichiarato Roberto Orecchia, direttore della Radioterapia in IEO. Proprio all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, Veronesi ha rivolto le sue ultime parole: “Andate avanti, perché il mondo ha bisogno di scienza e ragione”.