Lazio: i ristoranti a 2 e 3 stelle Michelin

La Trota, il Pagliaccio e la Pergola, questi i ristoranti migliori, che hanno conquistato almeno 2 o addirittura 3 stelle, nel Lazio

Sulla cartina geografica delle eccellenze culinarie della regione Lazio ci sono 32 segnaposti che recano l’ormai leggendario simbolo della stella Michelin. 27 i locali che possono fregiarsi della presenza di chef stellati. E la famiglia aumenta. Ai cuochi che hanno già guadagnato almeno 1 degli ambiti riconoscimenti si aggiungono tre new entry che arricchiscono il panorama d’eccellenza della regione. Due sono i ristoranti bistellati: il “Ristorante La Trota” di Rivodutri, in provincia di Rieti e il “ristorante Il Pagliaccio” di Roma. L’unico locale laziale a conquistare le tre stelle  è “La Pergola” di Roma, un’oasi di eccellenza, eleganza e raffinatezza che entra di diritto nel gotha dei migliori ristoranti italiani e del mondo.

Può suonare paradossale, ma il ristorante più quotato di Roma, ricco di proposte di gusto esaltanti, contornato da una bellezza degli arredi mozzafiato e da un servizio impeccabile, è frutto della dedizione di Heinz Beck, chef tedesco trasferitosi nel cuore di Roma per dare lezioni di buona cucina ai palati italiani più esigenti.

Ristoranti stellati Michelin - La Pergola Roma tre stelleLa cucina de La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri segue poche regole ma rigide e inderogabili: i piatti devono essere leggeri, orientati sempre all’esaltazione di emozioni e sapori. Una formula semplice che restituisce piatti elaborati e ricchissimi di sapori serviti nei selezionati tavoli che affacciano sullo struggente panorama di Roma. I cibi vengono realizzati con ingredienti provenienti dalle zone più disparate del globo che è possibile assaggiare à la carte o attraverso le nove portate del menu degustazione che Beck elabora in base alla stagione.

Ristoranti stellati Michelin - La Trota Rieti due stelleeIl ristorante “La Trota” dei fratelli Serva è incastonato in un’ambientazione da sogno. Ci troviamo a Rieti, quasi a ridosso con il confine umbro. Ruscelli, vegetazione a perdita d’occhio e un’aria particolarmente salubre rendono il ristorante, attivo fin dal 1963, una piccola oasi di pace dove poter assaporare, in un’esperienza avvolgente, piatti raffinati. Gli chef Sandro e Maurizio Serva hanno conquistato le due stelle Michelin grazie a passione e dedizione con cui infarciscono i loro lavori.

Ogni piatto servito in questo incantevole tempio di sapori è frutto di attente sperimentazioni alla ricerca di fusioni di sapidità inimitabili.

Ristoranti stellati Michelin - Il pagliaccio RomaStessa ricerca attuata anche presso il ristorante “Il Pagliaccio” dello chef Anthony Genovese. L’attenzione ai prodotti d’eccellenza è certosina e gli accostamenti di sapori, serviti in un ambiente bello e raffinato, restituiscono un’esperienza esaltante che si dipana attraverso 12 portate, 12 piatti che racchiudono capolavori gastronomici esaltanti.