“L'amica geniale”, ecco i luoghi della serie tv evento

In attesa di vedere la prima puntata, il 27 novembre, ecco un tour nei luoghi della serie tv “L’amica geniale”, tratta dall’omonimo romanzo di Elena Ferrante.

I luoghi de "L'amica Geniale" ischiaRomanzo capolavoro di Elena Ferrante, “L’amica geniale” è pronto a sbarcare sul piccolo schermo. A confermare la data d’uscita, nei giorni scorsi, è stata la Rai: presentato in anteprima alla 75° Mostra del Cinema di Venezia, il nuovo serial farà il suo debutto il 27 novembre 2018. Ma c’è una domanda, che in fan della Ferrante si sono posti dopo la diffusione del trailer ufficiale: quali luoghi sono stati scelti, per girare “L’amica geniale”?

Caso letterario sia per l’identità di Elena Ferrante (ancora ignota, nonostante le rivelazioni e le speculazioni) che per la particolarità della storia raccontata – la storia dell’amicizia tra due amiche, Elena detta Lenù e Raffaella detta Lila, che si conoscono sui banchi di scuola nel 1950 e che, da bambine, si trasformano in donne -, “L’amica geniale” attraversa sessant’anni di vicende italiane. Vicende a cui fa da sfondo una Napoli affascinante, quella del Rione Luzzatti di Gianturco. Pugno di case che, negli anni Cinquanta, sorgeva a ridosso della zona “degli stagni” (periferia est della città), il Luzzatti ospita ancora oggi la Chiesa del Rione presente nel racconto. E poi la scuola, i giardini, la casa della maestra: è questo il luogo in cui la Elena e la Lila de “L’amica geniale” si conoscono. Ed è invece in Corso Umberto che Lila compra il suo abito da sposa, mentre Elena ama le stradine e i vicoletti che – da Piazza Dante – permettono di addentrarsi tra le affollate bancarelle di vecchi libri.

I luoghi de "L'amica Geniale"

In realtà, è tutta Napoli a fare da sfondo al romanzo: piazza dei Martiri col negozio di scarpe di Lila e Stefano, piazza Municipio in cui Elena lavora, il Teatro San Carlo, Corso Vittorio Emaneule III, la Biblioteca Nazionale, via Chiaia con le boutique che Elena e Lila tanto amano. Oppure il lungomare Caracciolo, dove una piccola Elena adorava fermarsi – sognante – per ammirare il Vesuvio, Posillipo con le sue ville e quella via Orazio in cui Lila e Stefano festeggiano il loro matrimonio. E che dire poi di Ischia? La si raggiunge in traghetto, ed è un luogo tanto caro a Elena ma anche (e soprattutto) alla Ferrante.

Organizzare un tour alla scoperta delle location de “L’amica geniale” non è quindi difficile: sono posti talmente famosi che lo si può fare in autonomia. Oppure, si può partecipare alle uscite organizzate dal Romeo Hotel di Napoli. Tuttavia, la serie tv non è stata girata nei luoghi descritti dal libro: un enorme set è stato costruito poco lontano da Caserta, a Marcianise, dove il Rione raccontato dal libro è stato ricreato. Altre scene sono invece girate a Gaeta, e altre ancora ad Ischia. Più precisamente ad Ischia Ponte, tra le stradine del Borgo e il Castello Aragonese. Di Napoli, invece, sono stati utilizzati la Galleria Principe, Piazza Plebiscito e Port’Alba. Uno sfondo splendido, per uno dei libri più amati della letteratura italiana d’oggi.

I luoghi de "L'amica Geniale" Gaeta