Lake Como Film Festival lancia il doc collettivo sul Coronavirus

Un film collettivo per raccontare il periodo di quarantena dovuto all'emergenza Coronavirus

Lake Como Film Festival lancia il doc collettivo sul Coronavirus

In questo momento di emergenza Coronavirus in cui tutte le attività sono sospese, a partire da quelle culturali, il Lake Como Film Festival ha deciso di coinvolgere il pubblico in un progetto di film collettivo, chiamato #realwindows/un mondo sospeso, per raccontare questo periodo di quarantena.

Chiunque lo desideri, può mandare un video girato dalla propria finestra, della lunghezza massima di 1 minuto. Per farlo, basta andare su http://www.lakecomofilmfestival.com/realwindows/ e caricare il file seguendo le indicazioni. L’obiettivo è documentare quello che appare in questo particolare periodo dalle finestre delle case, unico paesaggio oggi disponibile per gli italiani.

Al termine di questa fase di quarantena dovuta al Coronavirus, i video saranno raccolti in un film collettivo, intitolato “Un mondo sospeso”, costruito a partire da tutte le singole tessere per raccontare e ricordare questo momento di emergenza collettiva.

Intanto, in questi giorni, il Lake Como Film Festival, fermo in ottemperanza con le direttive governative #iorestoacasa, ha deciso anche di dedicare agli appassionati cinephile una mirata “proposta di visione“: via mail (per gli iscritti alla newsletter) e sul sito ufficiale sono proposte alcune segnalazioni cinematografiche tratte dalle 7 edizioni passate del Lake Como Film Festival.

Le proposte seguono le diverse sezioni del programma, i grandi film di Panorama, i lungometraggi di Longscapes, i documentari ambientali, i paesaggi dell’animazione, i corti del concorso FilmLakers, cui viene aggiunta l’indicazione di alcune serie tv che hanno come focus il “paesaggio”.

A tutti gli iscritti sarà inviata con scadenza settimanale una mail con i titoli e brevi presentazioni/sinossi delle opere: da “Il sale della terra” di Wim Wenders e Juliano Riberio Salgado (proiettato al cinema Arena nel 2017) a “Mowgli – Il figlio della giungla” firmato da Andy Serkis, ospite a Villa Erba nell’ultima edizione nel luglio 2019, passando per alcune “chicche cinematografiche” della sezione Longscapes come “Tanna” e “Momosas”. Tutti i titoli saranno indicati con una breve presentazione e le indicazioni per lo streaming video.

Il direttore dell’Associazione Lago di Como Film Festival è Alberto Cano. Del gruppo di lavoro fanno parte Max Colombo, Davide Dell’Erba, Andrea Giordano, Ottavia Fraginito, Matteo Montini, Massimilano De Ponti, Stefano Facchinetti, Pablo Marziali, Elisabetta Mazzoli e Marco Pepe.