Nel lago di Lagolo è caccia al gambero "killer" della Louisiana

Al lago di Lagolo, nel comune di Madruzzo in Trentino, è stata avviata una campagna di contenimento del gambero rosso della Louisiana, detto "killer"

Gambero della Louisiana

Ha preso il via e continuerà fino al 5 settembre 2021 al lago di Lagolo, nel comune di Madruzzo in Trentino, la campagna 2021 di contenimento del gambero rosso della Louisiana (nome scientifico Procambarus clarkii). Lo riporta ‘L’Adige’.

Perché il gambero rosso della Louisiana è un “killer”

Il gambero rosso della Louisiana è definito gambero “killer” per l’impatto distruttivo che questo crostaceo ha sugli altri animali e sulla biodiversità, aggravato anche dal fatto che è portatore sano della “peste del gambero“, una forma acuta di micosi che provoca il deterioramento del carapace dei gamberi (ma che non costituisce pericolo per l’uomo).

Il gambero rosso della Louisiana è ritenuto una delle 100 peggiori specie invasive in Europa e il suo nome figura nella Lista delle 49 specie esotiche di rilevanza comunitaria per cui il Regolamento n.1143/2014 del Parlamento europeo ha imposto l’obbligo di immediata segnalazione, controllo o eradicazione, oltre che di adozione di un piano d’azione per prevenire il rischio di ulteriori introduzioni.

Questo particolare gambero d’acqua dolce può raggiungere i 20 centimetri di lunghezza e ha un caratteristico colore rosso scuro, il carapace ruvido e una spina alla base delle chele. Abilissimo nella vita al di fuori dall’acqua, può uscire e allontanarsi da essa per decine di metri. È in grado di sopravvivere ai cambi di temperatura e acidità dell’acqua e può vivere anche se perde le chele, che ricrescono in breve tempo. Si tratta di una specie molto aggressiva, che mangia di tutto (anche resti di altri animali morti).

Gambero rosso della Louisiana al lago di Lagolo: come contenerlo

L’attività di contenimento del gambero rosso della Louisiana Procambarus clarkii è eseguita dall’Associazione Sportiva Pescatori Dilettanti Basso Sarca, col supporto del Comune di Madruzzo e del Parco Fluviale Sarca e il coordinamento scientifico della dott.ssa Maria Cristina Bruno della Fondazione Edmund Mach.

La prima segnalazione del gambero rosso della Louisiana nel lago di Lagolo risale al 2014. Successivamente, un monitoraggio dettagliato svolto dalla FEM nel 2018 ha permesso di stimare la densità della popolazione di gambero della Louisiana a Lagolo e ha suggerito la necessità immediata di attivare azioni di contenimento.

Le attività di controllo al lago di Lagolo, in provincia di Trento, hanno preso il via nell’ottobre 2020 con una prima campagna di 10 giorni realizzata dalla Fondazione Mach, grazie alla quale sono stati rimossi 368 gamberi, tramite l’impiego di 50 nasse. Nel 2021 ne saranno utilizzate 120.