Lago di Garda, scoperta una nave di 5 secoli fa con un "tesoro"

Scoperta straordinaria sul lago di Garda, dove è stata rinvenuta un'antica nave risalente ad almeno 5 secoli fa con un "tesoro" al suo interno

Lago di Garda

Scoperta “straordinaria” nei fondali del lago di Garda: durante un’immersione, il nucleo sommozzatori dei Volontari del Garda ha scoperto il relitto di una nave lunga circa 10 metri inabissata, si presume, non meno di 5 secoli fa. La notizia è stata riportata da ‘Brescia Oggi’.

Nave di 5 secoli fa scoperta nel lago di Garda: i dettagli del ritrovamento

A effettuare il ritrovamento della nave è stato il nucleo sommozzatori dei Volontari del Garda durante un´’esercitazione con i sonar di profondità. In quell’occasione era stato avvistato un target anomalo nelle acque del medio-basso lago sulla rotta Desenzano-Salò. Successivamente, quindi, due sommozzatori si sono immersi, individuando sul fondale i resti di un’antica imbarcazione da lavoro.

Il luogo preciso del ritrovamento è, al momento, tenuto “segreto”, per ragioni di sicurezza, allo scopo di evitare che il prezioso carico venga saccheggiato da malintenzionati.

Nave di 5 secoli fa scoperta nel lago di Garda: il “tesoro” nascosto

All’interno della nave lunga circa 10 metri e risalente ad almeno 5 secoli fa scoperta nel lago di Garda, oltre a diversi attrezzi da lavoro, sono stati ritrovati dei vasi preziosi finemente decorati che, secondo una prima stima, potrebbero risalire al XVI secolo.

Luca Turrini e Mauro Fusato hanno spiegato a ‘Brescia oggi’: “È un’imbarcazione cosiddetta ‘povera’, da trasporto merci, ma che conteneva a bordo del relitto due splendide brocche dipinte ancora quasi perfettamente integre”.

Con ogni probabilità, si tratta di un barcone commerciale che navigava sulla rotta Salò-Desenzano. Si ritiene infatti che sia un natante carico di manufatti in ferro salpato da Salò verso la fine del Medioevo. Era diretto verso Desenzano con l’obiettivo di vendere il suo pesante carico. Quella nave, però, non sarebbe mai arrivata a destinazione, concludendo il suo ultimo viaggio nei fondali del lago di Garda, che recentemente si sono mostrati in 3D.

Dove si trovano Salò e Desenzano

Salò è un comune che su trova sulle rive del lago di Garda in provincia di Brescia, in Lombardia. Il comune si affaccia sull’omonimo golfo del lago di Garda ed è racchiuso a ovest e a sud dai Colli Morenici e a nord dal Monte San Bartolomeo. Barbarano è l’unica frazione di Salò che si trova di fuori del golfo.

La città, di fondazione romana, fu sede di alcuni ministeri della Repubblica Sociale Italiana durante gli ultimi anni della Seconda guerra mondiale.

Desenzano del Garda è il comune più popoloso del lago di Garda e il secondo della provincia di Brescia. Distante circa 30 chilometri da Brescia e 40 km da Verona, Desenzano del Garda si trova nella parte sud-orientale della provincia di Brescia. La sua parte settentrionale si affaccia sul basso lago di Garda, mentre il resto del territorio si estende verso sud sulle colline moreniche, confinando con il Veneto.

La città si è chiamata Desenzano fino al 1862. Poi, con il regio decreto n. 830 del 7 settembre 1862, n. 830, fu battezzata Desenzano sul Lago. L’attuale denominazione Desenzano del Garda fu invece assunta con il regio decreto n.1460 del 29 luglio 1926, nell’ottica di un riordino delle amministrazioni locali in cui fu deciso anche la contestuale aggregazione del territorio del soppresso comune di Rivoltella.