Laboratori artigiani: la tradizione e la maestria italiana

Nelle botteghe e nei laboratori artigianali italiani si tramandano i saperi dei vecchi mestieri e le tradizionali dei maestri

botteghe artigianeVi accompagniamo in un viaggio alla scoperta di alcuni dei laboratori artigianali più famosi d’Italia che, nella maggior parte dei casi, raccontano la storia di famiglie che tramandano le conoscenze e i segreti di vecchi mestieri di generazione in generazione, continuando la tradizione che ha le sue origini negli antichi mestieri tipici di ogni regione della penisola.

L’Italia è una terra caratterizzata dalle lavorazioni artigianali che portano il marchio del made in Italy in tutto il mondo. I laboratori di creazione del vetro nell’area della laguna di Venezia, quelli di oreficeria di Valenza, le lavorazioni ceramiche o le molteplici produzioni gastronomiche che rendono la cucina della penisola tra le più apprezzate sono solamente alcune delle attività che rendono più vivace l’economia del Belpaese e sono ricercate dai turisti che soggiornano nel nostro paese anche perché vengono proposte durante moltissime manifestazioni e nell’ambito di progetti di vasto respiro.

Negli ultimi anni si assiste alla valorizzazione di molti aspetti dell’artigianato tradizionale che è sempre più collegato al turismo, tanto che spesso esperti di diverse lavorazioni manuali organizzano all’interno dei propri atelier workshop e iniziative che permettono all’utenza di avvicinarsi a un universo fatto di competenza, creatività e passione.

Online esistono realtà che mettono in comunicazione queste realtà produttive e l’utenza, facendo conoscere le numerose botteghe e i molti negozietti in cui si realizzano e si vendono non solo oggetti realizzati a mano, ma anche un po’ della tradizione italiana.

Tra i laboratori artigianali più famosi d’Italia bisogna sicuramente citare quelli meridionali, in cui competenti maestranze realizzano quotidianamente oggetti di pregio come le ceramiche o le creazioni in pietra lavica che diventano delle vere e proprie opere d’arte il cui stile è imitato ed esportato in altri paesi del mondo.

In provincia di Catania, alle pendici dell’Etna, si trova Creart in cui i resti solidificati provenienti dal vulcano vengono lavorati con metodi artigianali per realizzare prodotti come targhe, insegne pubblicitarie e placchette copri interruttori decorati, adatti ad abbellire la cucina o il bagno. Non mancano le bomboniere fatte a mano per rendere uniche le grandi occasioni o i vasi di piccole e grandi dimensioni.

Il laboratorio Ghenos di Messina, invece, è specializzato nella lavorazione di ceramica e legno: metodi come la foggiatura dell’argilla o la smaltatura e la decorazione della maiolica sono regolarmente utilizzati per creare delle opere di qualità in cui si incontrano tecnica, ingegno e fantasia: gli articoli realizzati complementi d’arredo, ma anche elementi architettonici per interni ed esterni, tutti fatti a mano. Molte degli oggetti che escono dal laboratorio vengono scelti da architetti e designer per abbellire abitazioni e spazi pubblici.

Venezia e Murano sono la patria di una delle tecniche artigianali più antiche, in uso già nel periodo romano, la lavorazione del vetro. Il laboratorio Sottovetro produce oggetti per l’arredamento, articoli da regalo e gioielli, oltre a vetrate artistiche usando il metodo Tiffany, la vetrofusione, la rilegatura a piombo per le finestre e la pittura a grisaille.

I procedimenti della lavorazione e l’utilizzo di materiali come le paste vitree colorate, murrine e vetri dicroici sono finalizzati alla creazione di manufatti originali e unici che si possono ammirare sul sito del laboratorio: facendo fondere il vetro in forni speciali i colori diventano più brillanti e adatti a ciondoli e orecchini di tendenza.

La titolare oltre a occuparsi della realizzazione artigianale degli oggetti descritti, organizza nell’atelier anche dei corsi di arte terapia, workshop e altre iniziative rivolte a chi si interessa alle attività manuali e creative.

Tra le attività artigiani maggiormente conosciute anche all’estero c’è la lavorazione dell’oro di Valenza, città del Monferrato, in provincia di Alessandria, in cui sorgono molti laboratori per la creazione di gioielli di ogni tipo: uno principali, nato nel dopoguerra e cresciuto con il trascorrere del tempo, è Megazzini dove vengono realizzate delle piccole matriosche, rappresentazioni di personaggi provenienti da tutti i continenti e altri oggetti di pregio.

Il titolare ha cercato di rendere moderno il design di alcune creazioni, usando anche materiali preziosi come perle e pietre naturali, rendendo questi lavori molto apprezzati dalla clientela internazionale.

Nel laboratorio vengono realizzati gioielli su misura, usando il metodo tradizionale in cui vengono impiegati calchi e cere per dare forma al modello in oro che poi viene rifinito e lucidato; spesso il titolare è a disposizione per visite del laboratorio in cui gli acquirenti possono vedere i diversi passaggi che portano alla creazione dei gioielli. La realtà artigianale valenzana garantisce una produzione di tipo sostenibile, attestata dalla certificazione ISO 9001 ottenuta nel 2000.

Infine, tra le migliori botteghe artigianali d’Italia bisogna citare quelle dei prodotti alimentari, come La Molina in provincia di Pistoia che produce cioccolato e praline: prodotti di alta qualità che soddisfano non solo il palato, ma anche gli occhi.

Pubblica un commento