La Lombardia premia i negozi storici del territorio

Edizione record quella del 2016, con ben 130 attività commerciali lombarde insignite del riconoscimento istituito dalla Regione Lombardia

La Lombardia premia i negozi storici del territorio

Anche quest’anno, la Regione Lombardia, in accordo con gli Enti locali e le associazioni di categoria, ha premiato i negozi storici del territorio che sono dei veri e propri punti di riferimento dei centri delle città lombarde.

Quella del 2016 è un’edizione da record, con il numero di riconoscimenti più alto raggiunto da quando e’ stato istituito il premio: ben 130 attività commerciali lombarde sono state insignite dell’ambito riconoscimento, ideato dalla Regione per valorizzare e sostenere i luoghi storici del commercio del territorio. Inoltre, quest’anno sono state inserite 48 nuove attività riconosciute.

Il registro regionale comprende quattro riconoscimenti: “Storica attività”, “Negozio storico”, “Locale storico” e “Insegne storiche e di tradizione”.

A Milano,  la più antica attività insignita del riconoscimento “Storica Attività” è stata l’”Ottica Aleardi”, datata 1919, mentre in provincia di Monza Brianza, una delle più storiche è “La Polleria Mercandalli”, nata nel 1929 a Bovisio Masciago.

A Pegognaga, in provincia di Mantova, “Cose Buone di Gibertoni Davide” è l’attività storica più antica di tutte: pensate che è sorta nel 1909!

A Bergamo, si sono contraddistinti ben 4 negozi: premiate con il riconoscimento di “Storica attività” la “Gioielleria Rosaspina” in via Borgo Palazzo e il “Parigi Market” di Ponte Nossa, entrambi nati nel 1956, e l’attività commerciale “Le delizie di Osio Sopra”, datata 1958. Il premio “Negozio storico” è andato, invece, a “Cornaro Gioielli” di Bergamo, sorto nel 1964.

“Dietro queste insegne molte volte ci sono storie di vita veramente significative, che raccontano l’identità regionale e un modo di fare attività economica in grado di durare nel tempo, nonostante i morsi delle crisi e i rapidi cambiamenti imposti dal mercato”, spiega Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo Economico, annunciando nuovi riconoscimenti e l’inserimento nel Registro regionale di 48 nuove attività.

“Un riconoscimento per 48 nuovi negozi – afferma Parolini – luoghi storici del commercio che in Lombardia rappresentano un patrimonio che vogliamo continuare a valorizzare e sostenere, perché punti di riferimento ed elementi di attrattività per i centri urbani”.