Italia invasa dalle zanzare: le regioni più colpite

Scatta l'allarme zanzare in Italia: gli insetti imperversano su tutte le regioni, facendo registrare un grande aumento rispetto all'estate del 2019

Zanzara

Invasione di zanzare in Italia: solo nella città di Milano sono stati individuati due milioni di esemplari e in tutta la penisola si contano almeno 70 specie diverse.

Le zanzare sono le protagoniste dell’estate 2020 nel nostro Paese: gli scienziati hanno evidenziato un aumento esponenziale degli insetti rispetto all’anno scorso. In Lombardia si registra una crescita del 27%, mentre in Campania l’aumento è addirittura superiore, con il 50% delle zanzare in più rispetto all’estate del 2019.

Sono diversi i fattori che hanno portato all’incremento della presenza di zanzare in tutte le regioni d’Italia. A favorire l’aumento sono il caldo e la forte umidità: due elementi che insieme permettono una maggiore moltiplicazione di tutte le specie di zanzare.

In Italia, al momento, si contano oltre 70 specie diverse di zanzare. La più pericolosa, tra queste, è sicuramente la zanzara tigre, molto diffusa in alcune regioni del sud come la Calabria e la Puglia, regione, quest’ultima, che deve far fronte anche all‘invasione di coccinelle. Per quanto riguarda il nord, invece, le regioni più colpite sono l’Emilia Romagna e la Lombardia.

Le zanzare sono attratte sia dalla luce che dalle emissioni di CO2 rilasciate dagli organismi. Oltre a questo, anche il comportamento dell’uomo gioca un ruolo importante nella loro diffusione, perché sono comparse anche in zone dove solitamente non erano presenti.

Un esempio lampante è quello del sistema delle risaie “in asciutta” introdotto nelle distese pianeggianti: l’acqua viene tolta per poi essere rimessa, favorendo la nascita delle larve. Questo metodo aumenta la pulizia chimica delle risaie, ma limita la riproduzione dei predatori delle zanzare, come le libellule e i girini.

Anche i mesi scorsi hanno favorito la riproduzione delle zanzare in tutta Italia. L’inverno trascorso è stato molto più caldo del solito, con circa 3 gradi in più rispetto agli anni passati. Le temperature invernali hanno contribuito alla sopravvivenza delle zanzare: molte di loro non sono state distrutte dal freddo come avviene di solito. Tante uova sono sopravvissute all’inverno, le larve si sono schiuse in primavera e adesso intere popolazioni di zanzare adulte invadono tutto il Paese.

L’invasione di zanzare non è l’unico fenomeno riguardante gli insetti che imperversa in Italia nel corso di questa estate. La Sardegna è alle prese con l’emergenza cavallette: milioni di esemplari hanno invaso l’isola, soprattutto nell’area centrale, provocando ingenti danni a un perimetro di circa 13 mila ettari. In Liguria e in Toscana, invece, è scattato l’allarme vespa killer, la cui presenza rischia di avere un impatto devastante sull’apicoltura.