Guida Terre d'Olio 2020: assegnati 26 premi. La lista completa

Tutti i premiati nell'ottava edizione della guida dedicata all'olio extravergine italiano

Terre d'Olio 2020

La Toscana, il Lazio, l’Umbria e la Puglia sono le regioni italiane che più di tutte si sono distinte in “Terre dell’Olio 2020“, guida pubblicata dedicata al panorama olivicolo nazionale giunta alla sua ottava edizione.

A causa del Coronavirus, quest’anno la presentazione della guida, condotta da Fausto Borella, è avvenuta online, direttamente da Lucca (sede dell’Accademia Maestro d’Olio).

“Anche e soprattutto in questo momento c’è bisogno  di sostenere l’olio italiano, artigianale e di qualità – ha dichiarato Fausto Borella, presidente dell’Accademia Maestro d’Olio, durante la presentazione online dell’ottava edizione della guida –  Sono convinto che finita l’emergenza in corso, si spera il prima possibile, scoprire le bellezze e le bontà del nostro Paese sarà per tutti una gioia ancora più grande”.

In totale sono 26 i riconoscimenti assegnati attraverso l’ottava edizione di “Terre dell’Olio”. Tra tutti i premiati, 22 produttori si sono particolarmente distinti per la qualità dei loro extravergine nel corso dell’ultima campagna olearia. La regione più rappresentata all’interno della guida 2020 è la Toscana con cinque 5 aziende premiate.

Dietro la Toscana troviamo il Lazio, presente con 4 aziende nella guida. Seguono la Puglia e l’Umbria, entrambe con 3 riconoscimenti. Dietro ci sono la Sardegna e la Calabria con 2 e infine la Sicilia, l’Abruzzo e la Campania con un’azienda a testa.

Quest’anno sono stati assegnati anche quattro premi speciali. Luca Mencaglia ha ricevuto il riconoscimento di Oleologo dell’Anno, mentre Giuseppe Mazzocolin dell’azienda Felsina, quello di Personaggio dell’anno.

L’Enoteca Pinchiorri di Firenze è stata premiata con il riconoscimento Giancarlo Bini, intitolato al primo sommelier dell’olio italiano, “che ebbe il coraggio di selezionare ben 107 oli nel suo carrello all’interno del ristorante Ombrone a Grosseto. Allo chef Marco Stabile, invece, è andato il premio Sauro Brunicardi nella nuova guida “Terre dell’Olio 2020”.

La Guida “Terre dell’Olio 2020” raccoglie il meglio del panorama olivicolo italiano con 128 aziende e 256 oli selezionati. A ogni realtà italiana vengono dedicate due pagine, attraverso le quali, oltre a descrivere l’attività e i suoi prodotti, viene raccontato il territorio circostante, con consigli sui luoghi da visitare e sugli acquisti da fare a tema enogastronomico.

In una sezione della nuova guida, inoltre, i vari produttori suggeriscono una ricetta del posto da preparare a  casa, con l’olio extravergine d’oliva che è, naturalmente, l’assoluto protagonista.

Guida Terre dell’Olio – Le Corone Maestro d’Olio 2020

ABRUZZO
Tommaso Masciantonio. Monocultivar Intosso

CALABRIA
Fratelli Renzo. OrOlio Limited Edition
Sorelle Garzo. Dolciterre Monocultivar Ottobratica

CAMPANIA
Fattoria Ambrosio. Olio Crux

LAZIO
Mario Camerota. Olio Mamurranum
Alfredo Cetrone. Olio Cetrone In
Ione Zobbi. Olio Forte & Eccelso
Boni Francesca. Olio Traldi Athos

PUGLIA
Olio Intini. Monocultivar Coratina
Armonie Italiane – Masseria Faraona. Olio Coratina
Sabino Leone. Olio La Patràun

SARDEGNA
Il Giglio Agriturismo. Olio TresLizos
Accademia Olearia. Olio Riserva del Produttore Dop Sardegna Fruttato Verde

SICILIA
Frantoio Galioto. Monocultivar Moresca

TOSCANA
Fattoria Ramerino. Monocultivar Frantoio
Fattoria di Maiano. Olio Laudemio
Giacomo Grassi. Olio Il Sogno del Pinzimonio
Talente. Olio Cassiano Igp Toscano
Scovaventi Agricola. Olio Ostro

UMBRIA
Giulio Mannelli. Monocultivar d’Ascolana
Decimi. Olio Emozione
Marfuga. Olio Marfuga Riserva Dop Umbria Colli Assisi