Giornate FAI di Primavera 2019: alla scoperta del patrimonio italiano

Le date da segnare in agenda per la nuova edizione delle Giornate FAI di Primavera sono quelle del 23 e del 24 marzo 2019, quando si potranno visitare e scoprire tanti luoghi speciali

giornate fai primavera 2019

Riscoprire il patrimonio storico, artistico e culturale: sono questi gli obiettivi delle Giornate FAI di Primavera, che vengono organizzate ogni anno nel corso del primo weekend che segue l’inizio di questa stagione e che quest’anno si terranno il 23 e 24 marzo 2019.

L’appuntamento si rinnova dal 1993, quando la manifestazione nazionale venne organizzata per la prima volta dai volontari. I numeri macinati nel corso di tutte le edizioni rendono l’idea dell’importanza di questa iniziativa. Sono stati infatti circa 10 milioni gli italiani che vi hanno preso parte, potendo così ammirare 12mila luoghi che normalmente sono chiusi al pubblico in più di cinquemila città in tutto il territorio nazionale.

Si tratta di un momento di scambio fra generazioni diverse, di riscoperta di luoghi unici che vanno tutelati e maggiormente conosciuti.

Interessante l’iniziativa che vede calarsi nei panni di accompagnatori oltre 40 mila Apprendisti Ciceroni, ovvero studenti di corsi all’interno delle scuole secondarie di primo e secondo grado che hanno il compito di accompagnare i visitatori nel luoghi aperti in occasione delle Giornate Fai di Primavera. Una partecipazione attiva, come spiegano sul sito internet del Fondo Ambiente italiano : “educare al valore del patrimonio d’arte e natura attraverso una formula di partecipazione attiva alla sua cura è certamente uno dei modi più efficaci per risvegliare il proprio impegno civile”.

L’appuntamento con queste giornate speciali ha anche un risvolto positivo e concreto sotto il profilo della tutela del patrimonio italiano. Infatti per ogni visita viene chiesto un piccolo contributo che ha lo scopo di sostenere la missione del FAI che potrebbe essere brevemente riassunta in queste tre parole: curare, tutelare e valorizzare.

Saranno oltre mille e cento le aperture di luoghi unici tutti da scoprire nel corso di questa 27esima edizione.

Il FAI è una fondazione senza scopo di lucro nata nel 1975, sette i valori attraverso i quali si prende cura del patrimonio: conoscenza e competenza, concretezza, coerenza, indipendenza, qualità, curiosità e ozio operoso. Tante le iniziative che organizza, per fare qualche esempio: le Giornate FAI d’Autunno, che nella passata edizione hanno contato 255mila visitatori, quelle di Primavera e le Mattinate FAI d’inverno, dedicate alle scuole e gratuite, che saranno in programma dal 25 al 30 novembre 2019.